MESSINA. Il prossimo appuntamento è fissato per il 2 settembre, alle 10, a Piazza del Popolo. Ripartono sabato prossimo con “Il chiostro ed il volto. Visioni pittoriche e artchitetture” le passeggiate urbane di “Percorrere Antonello” per guardare angoli noti della città con una nuova chiave di lettura sorretta dall’arte.  Durante l’incontro del 2 settembre sarà possibile scoprire la bellezza di un chiostro medievale e  indagare l’eredità artistica di Antonello.  

Percorrere Antonello è un progetto culturale incentrato sulla figura di Antonello da Messina, genio del Rinascimento europeo, che diventa spunto e vettore principale per immergersi nella città di oggi con gli occhi di ieri. Un’iniziativa ideata da due professionisti dei beni culturali, Giuseppe Finocchio ( archeologo) e Daniela Vinci (storica dell’arte). La prima edizione risale alla Notte della Cultura dedicata ad Antonello da Messina organizzata dall’Amministrazione Comunale il 15 febbraio 2014, con intervento dei curatori alla Chiesa del Carmine, il luogo più visitato dell’iniziativa, con una conferenza dal titolo “Antonello ed i paesaggi dello Stretto”. La passeggiata urbana in questa occasione fu l’unico evento proposto per la mattina dopo la notte della cultura con il titolo “ Ma…la notte continua”.

Un progetto che fin dalle prime edizioni, ha sempre proposto delle passeggiate urbane nella città dello Stretto alla riscoperta di luoghi carichi di suggestioni per i legami con Antonello, la sua vita, le sue opere, la sua scuola.  «L’intento – dice Giuseppe Finocchio – è quello di attivare nell’osservatore-visitatore una serie di processi culturali che possano risvegliare il senso identitario della città e per la città ed accendere processi di riappropriazione e consapevolezza della Bellezza, attraverso l’arte ed il paesaggio urbano antropizzato». Nel corso delle passeggiate vengono fornite informazioni rigorosamente ricercate, approfondite e vagliate con scrupolosità filologica. Antonello è un input per viaggiare e per mettersi in cammino verso nuove e stimolanti rotte tematiche ed esperienziali, sempre all’insegna dell’arte e della condivisione. «Le iniziative di Percorrere Antonello – continua Daniela Vinci – trovano terreno fertile, inoltre, nel contatto con le opere conservate al Museo Regionale di Messina e la possibilità di incontrare direttamente Antonello e la sua scuola. A questo proposito numerose le edizioni di Percorrere Antonello svoltesi sia nell’antica sede della filanda che nel nuovo Mume, motivate dalla straordinaria possibilità di sviluppare tematismi ed approfondimenti storico-artistici». Le visite tematiche proposte sono state dedicate ad Antonello e la sua “scuola”, al tema della Natività e Maternità, al lavoro dell’arte, all’ordine delle somiglianze in occasione della mostra temporanea incentrata sul ritratto Trivulzio di Torino, a Messina prima e dopo Antonello, alla pittura straniera. Non solo visite ma anche eventi culturali in magnifiche location come Villa Cianciafara con esposizione di un’opera di scuola Antonelliana unita ad un pranzo medievale in costume ed il lancio di un contest fotografico dal titolo: “Le donne di Antonello”.

La visita del 2 settembre avrà una durata di due ore ed un costo di € 8 a partecipante.
La passeggiata si concluderà in via S. Elia presso la chiesa di Santa Maria Alemanna. Necessaria la prenotazione. 

 

 

 

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments