MESSINA. Bastano pochi minuti d’acqua per fare allagare la via Consolare Pompea, la via lago grande a Ganzirri e far “esplodere” i tombini fognari. Stessa cosa a Torre Faro, in via Nuove scuole, in Contrada Canale e in via III palazzo, dove l’acqua piovana non riesce a defluire correttamente. A darne notizia è il Comitato Messina Nord, evidenziando come “gli sfoghi presenti lungo la via Consolare Pompea, via lago grande e lungo il canale di Torre Faro sono totalmente chiusi da terra e detriti vari che negli anni si sono accumulati. Liberare queste bocche potrebbe già evitare l’allagamento totale della strada”.

Dalle foto inoltrate dal Comitato, si evince proprio che l’acqua copre totalmente il marciapiede, rendendo difficoltoso il transito delle autovetture e soprattutto dei pedoni, causando anche problemi alle abitazioni per il pericolo di allagamenti.

“La cosa peggiore – sottolinea il Comitato – è che quell’acqua non è solo piovana, ma vi è anche la presenza di acque nere poiché molti tombini della zona saltano facendo fuoriuscire la fogna. Iniziare a pulire e liberare dai vari detriti che si sono accumulati negli anni le varie bocche di sfogo presenti lungo il lago e il canale di Torre Faro, potrebbe già essere una soluzione tampone in attesa di una soluzione nettamente migliore che eviti che queste strade si allarghino ad ogni pioggia – conclude la nota – Programmare un intervento nel più breve tempo possibile potrebbe già essere una soluzione in previsione dei prossimi mesi autunnali e invernali”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments