MESSINA. In occasione della ricorrenza della festa della donna, l’assessore alle Pari Opportunità, Nina Santisi, nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, ha lanciato il “Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere”, già condiviso con diverse città italiane negli incontri organizzati dall’ANCI nazionale, estendendolo ai sindaci del Distretto D26 della provincia di Messina. All’incontro hanno partecipato infatti le Amministrazioni dei Comuni di Villafranca, Saponara, Rometta, Scaletta, Itala, Alì, Alì Terme, Nizza di Sicilia, Fiumedinisi, Roccalumera, Mandanici, Pagliara e Furci. Contestualmente, a Milano, il Patto è stato siglato alla stessa ora dalle grandi città, che come Messina hanno aderito all’iniziativa. L’obiettivo è progettare e sostenere misure concrete di promozione delle pari opportunità per il sostegno dell’emancipazione femminile e la costruzione di una società più equa, che offra a tutte le persone, indipendentemente dal genere, di sviluppare talenti e potenzialità nella stessa misura, lontano dai pregiudizi e dagli stereotipi di genere. “La nostra città – hanno sottolineato il sindaco Renato Accorinti e l’assessore Santisi – ha aderito con convinzione al Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere, consapevole che si tratti di una questione culturale, che richiede interventi strutturali. Per questo, con il Patto rafforziamo ogni azione già messa in atto insieme a tutta la comunità cittadina. Crediamo che i Comuni abbiano un ruolo strategico nel fare cultura su questo tema, promuovendo forti azioni di sensibilizzazione e sviluppo di consapevolezza a partire dalle nuove generazioni, affinché nel processo di crescita si realizzi una corretta rappresentazione della relazione tra uomo e donna, improntata al riconoscimento delle differenze e non all’esercizio delle disuguaglianze. Oggi il nostro percorso lo abbiamo esteso ai Comuni della provincia tirrenica e jonica”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments