MESSINA. Locali chiusi entro l’1:30 e niente alcolici da asporto dopo le 20 di sera. Sono alcune tra le proposte venute fuori dalla riunione in videoconferenza del comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, presieduta dal prefetto Maria Carmela Librizzi. Le misure draconiane sono emerse in seguito agli ultimi episodi della movida messinese, che nonostante si siano rivelati molto inferiori rispetto alle prime considerazioni (la storia della ragazzina di 12 anni finita in ospedale per ubriachezza e la madre che ha smentito con i referti medici alla mano), hanno fatto evidentemente breccia nell’immaginario delle autorità.

Da più parti, quindi, sono venute fuori idee che sanno di proibizionismo per regolare la movida. Tra queste, oltre al giro di vite sui locali alcolici, il rafforzamento delle misure di prevenzione del distanziamento sociale a causa del Covid-19.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments