MESSINA. È tutto pronto in casa Messina per il debutto stagionale contro il Palermo che si giocherà sabato pomeriggio al “Razza” di Vibo Valentia per la momentanea indisponibilità dello stadio “Franco Scoglio”.

Un match che vedrà l’assenza del pubblico ospite, fermato dall’osservatorio nazionale delle manifestazioni sportive per motivi di sicurezza. E un debutto in un derby Messina Palermo che mancava ai peloritani dalla stagione 2006-2007, l’ultima disputata in Serie A.

Gli innesti dell’ultimo giorno di mercato hanno letteralmente cambiato volto alla formazione allenata da Sasà Sullo. Un mix di giovani ed esperienza, quello voluto dal direttore sportivo Christian Argurio, completato dall’arrivo degli attaccanti Vukusic e Milinkovic, dall’esterno Fazzi e da Marginean, giovane centrocampista nel giro delle nazionali giovanili rumene.

Peso importante per l’attacco giallorosso che potrà contare su un cavallo di ritorno che bene aveva fatto a Messina nella sua precedente esperienza (7 reti e 11 assist nella stagione 2016-2017) e per un bomber croato, in passato in Italia con la maglia del Pescara, che negli ultimi anni ha girovagato per l’Europa ed è stato anche capocannoniere nel campionato sloveno.

Giocatori che si aggiungono a quelli che come Damian, Baldé e Russo, già nel corso della prima giornata contro la Paganese avevano dimostrato il proprio valore. L’esterno d’attacco proveniente dal Napoli non sarà presente in campo nel derby siciliano a causa di un problema muscolare. Da verificare invece tutti gli innesti arrivati d’oltre Adriatico, con lo scouting del direttore sportivo che proprio in quelle zone ha operato nel recente passato.

Un mercato che resta positivo nell’immobilismo generale che ha caratterizzato soprattutto le formazioni di categorie superiori, preoccupate per le evoluzioni sanitarie. Segnali positivi che provengono anche dalla durata pluriennale di alcuni contratti, input che dimostra la volontà di aprire un ciclo di risalita nel corso dei prossimi anni da parte della società.

Ma calma è quella che predica Sullo nella conferenza prepartita, ancora scottato per il pareggio in extremis di Pagani. Un mercato giudicato positivo anche dal mister e che adesso dovrà portare la società a strutturarsi in tutti quei componenti che operano dietro le quinte e che potranno consentire al Messina di vivere un campionato alla ricerca di una salvezza tranquilla.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments