MESSINA. Oltre metà dei laureati in legge che hanno sostenuto la prova scritta a Messina per diventare avvocato hanno superato il test. Lo riporta il sito specializzato in materie legali Altalex, citando dati dalla Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocati della Corte di Appello di Messina.

Quelli che hanno superato le prove scritte della sessione 2018 dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Messina sono 194 su 363 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 53,44%. Gli elaborati dei candidati sono stati corretti dalla Corte di Appello di Genova. Messina è stata commissione esaminatrice degli elaborati di Cagliari.

Messina si conferma sede in cui la percentuale di promossi è sempre piuttosto alta rispetto alla media italiana. Infatti, a fronte di un 44,49% di promossi come media nazionale, a Messina la percentuale di chi ha superato la prova si attesta su nove punti percentuali in più, il 53,44. Un risultato molto migliore di quello delle sessioni del 2017, anno in cui a superare la prova era stato il 45,32% dei  candidati (in piena media col 45,13% di tutta Italia). In quel caso, a correggere gli elaborati Messinesi era stata la Corte d’appello di Cagliari. Nel 2016 era stato il 42,66%, mentre nel 2015 addirittura il 38,36%, inferiore alla media italiana del 39,29%.

Quest’anno meglio di Messina hanno fatto solo Campobasso, Perugia e Salerno, tutte comunque al di sotto del 60% (mentre più “severi” sono stati a Genova, col 27%). Il record di promossi appartiene a Firenze nei test del 2017, con oltre il 70% di promossi, mentre la sede di esame con la valutazione più severa era Caltanissetta con appena 25,58% di candidati idonei.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments