Dure condanne per la banda di srilankesi che tra il 2011 ed il 2013  avrebbe terrorizzato connazionali con aggressioni e rapine. Fatti venuti a galla con l’operazione Katana al centro del processo che si è svolto davanti alla Seconda sezione penale del tribunale.

Il processo di primo grado si è concluso con undici condanne e quattro assoluzioni.   La condanna più alta 8 anni e 10 mesi per Fernando Nalin Prasanna Warnakulasuriya  mentre per Fernando Nalaka Sanjeewa Warnakulasuriya 5 anni e 7 mesi, Damitha Asanka Tamel Warnakulasuriya 5 anni 11 mesi, Sudath Jayantha Lowe Warnakulasuriya 5 anni, 11 mesi. Sono stati inoltre condannati  Roy Malcon Warnakulasuriya 1 anno e 2 mesi , Fernando Mourice Prasanna Poruthutage 3 anni e 2 mesi, Appuhami Andarege Don- Gimhan 3 anni e 10 mesi, Appuhami Andarege Don Malith 1 anno ed 1 mese, Hetti Arachechige  Randeepa Sudeema  3 anni e 10 mesi, Korela Gamage Gayan Danushka 1 anno e 2 mesi, Mayura Chaturanga Warnakulasooriya 1 anno. Sono stati invece assolti con le formule perché il fatto non sussiste o per non aver commesso il fatto Rohana Batagoda, Muthukuda Arachchige Don Noroshan Dushantha Appuhmay, Hathathinige Fernando Suresh Indika Niroshan, Korela Gamage Dinesh Kumara.

L’indagine condotta da polizia e carabinieri ha fatto luce su una serie di aggressioni e rapine ai danni di cittadini dello srilanka da parte di una banda  di giovani che si muoveva in auto ed in moto, accerchiando la vittima di turno. Numerosi gli episodi portati a galla dalle indagini degli agenti delle volanti e dei carabinieri della Compagnia centro che per mesi hanno raccolto denunce, ricostruito aggressioni e pestaggi.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments