MESSINA. Sono circa 500 i chilogrammi di novellame sequestrato dalla Guardia di Finanza che sono stati devoluti in beneficienza alle associazioni di volontariato. È quanto comunicato dagli assessori alle Politiche Sociali Nina Santisi ed alle Politiche del Mare Sebastiano Pino, che sottolineano come ancora una volta, grazie alla collaborazione tra le Forze dell’Ordine e l’Amministrazione Comunale, “sia stato possibile evitare un grosso spreco di cibo, a beneficio di associazioni del terzo settore che si occupano, ogni giorno, di fornire pasti a persone che vivono una quotidianità disagiata. È stata avviata infatti una celere procedura di identificazione degli Enti che hanno risposto favorevolmente all’avviso, recandosi al Comando della Guardia di Finanza nella Zona Falcata e provvedendo a ritirare quantitativi di prodotto ittico sufficienti al sostentamento delle persone ospitate”.

Le associazioni beneficiarie sono Cosmos dello Stretto, l’IPAB Regina Elena, la Casa di ospitalità Colle Reale, la Comunità di S. Egidio, la Cooperativa Sociale Arzilla, lo SPRAR di Villa Lina, Sofia Idelson e l’Albero della vita, Casa Noemi, Casa Serena, le mense di S. Antonio e di Cristo Re, le associazioni di S. Maria della Strada delle Piccole Sorelle dei Poveri. Gli assessori Santisi e Pino, nell’esprimere soddisfazione per la sinergia ancora una volta messa in atto, ringraziano il maresciallo della Guardia di Finanza di Messina, Andrea Montoro, che ha coordinato le operazioni.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments