MESSINA. “Blitz” al Parco Aldo Moro del sindaco Cateno De Luca, che questa mattina, accompagnato, fra gli altri, dal presidente di Messina Servizi Giuseppe Lombardo e dalle assessore Carlotta Previti e Dafne Musolino, ha fatto tappa all’interno del polmone verde sulla Circonvallazione: circa 14mila metri quadrati a poca distanza dal centro che nelle intenzioni dell’Amministrazione verranno presto riqualificati per essere riconsegnati alla cittadinanza. Per 72 anni inutilizzato, o utilizzato parzialmente, dopo la cessione da parte del Comune all’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel 1949, “nel 2017 è tornato nella disponibilità del Comune di Messina grazie alla concessione in comodato gratuito di una parte dell’area, per una durata di 29 anni”, ma con la presenza di una clausola contrattuale che avrebbe reso possibile, con un preavviso di 6 mesi, la riconsegna dello spazio all’INGV. «Abbiamo eliminato quella clausola e rivisto i termini del contratto. Pertanto oggi entreremo in possesso di quest’area inserendola nel programma finanziaria di Forestazione Urbana», con la possibilità di usufruire del relativo finanziamento di 25 milioni di euro, ha spiegato il primo cittadino.

«È stata una trattativa molto lunga, in cui anche Università si è messa a disposizione come intermediario, dato che la posizione di Ingv era molto rigida», afferma De Luca, che ha effettuato un sopralluogo fra gli spazi verdi scortato dal personale della Messina Servizi, che si occuperà della pulizia dei luoghi. I lavori di scerbatura e di riqualificazione si concluderanno presumibilmente prima di Natale.

Cosa ne sarà del Parco? Verrà realizzato un prato rustico con dei camminamenti e delle sculture da esterno, mentre all’Ingv resterà un’immobile, come ha spiegato Rossana Carrubba nel corso della diretta. Fra le idee al vaglio per il futuro anche un parco avventura, un’area destinata ai concerti e servizi di ristorazione, ha annunciato il sindaco, che è intervenuto nuovamente sulle poco lusinghiere classifiche sulla qualità della vita e sulla annosa polemica sulla Tari.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments