MESSINA. “Questo si sta pisciando addosso !” Prima sono stati i pompini. Poi è stata la volta del “punto g”, ieri è toccato agli “stronzi”. Oggi è una specie di incontinenza provocata da… paura. Il sindaco di Messina Cateno De Luca ricorre di nuovo all’apparato uro-genitale (e in generale al turpiloquio da osteria) per lanciare un messaggio al sottosegretario all’Economia Alessio Villarosa (M5s), col quale fino a un mese fa sembrava “culo e camicia”, per restare in tema, sulla possibilità da parte del Governo di salvare le ex Province regionali dal default: cosa che sembra non essere andata come De Luca sperava e Villarosa annunciava, tanto che il sindaco metropolitano ha promesso di restituire la fascia blu durante una manifestazione il primo maggio.

“Dategli un pannolino a 5 stelle e consigliategli di venire a Rodì Milici il primo maggio alle ore 19:00 a confrontarsi con me!”, scrive De Luca sul suo megafono personale, la sua pagina Facebook. “Per non farlo affaticare troppo sto andando a casa sua e l’onorevole Tommaso Calderone farà da moderatore mentre il sindaco Eugenio Aliberti farà da garante. Parleremo anche delle leggi di stabilità e di come falliscono le finanziarie non solo quelle dello Stato ma anche quelle a cinque stelle. Alessio detto Villarosa ti aspettiamo non fare il coniglio !”, chiude De Luca, rincarando la dose.

Qualche ora prima Villarosa, anch’egli su Facebook, aveva spiegato a De Luca di “non avere tempo da perdere”, e che nemmeno i messinesi ne avevano. “Non credevo avesse bisogno di queste pagliacciate per prendere voti alle europee”, aveva concluso.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments