MESSINA. La notizia è di quelle inattese. Nino Principato, architetto, personaggio pubblico e da qualche mese “agitatore politico”, rompe le riserve e scende direttamente in campo, insieme col movimento Liberi e forti. Ma, contrariamente a quanto si sarebbe immaginato, non si candida col centrodestra, area politica alla quale Périncipato è stato più volte accostato.

Perchè il movimento ha scelto di sostenere Antonio Saitta con Principato e con la docente dell’Archimede Maria Longo. I due scenderanno in campo nella lista Antonio Saitta sindaco di Messina. Perchè?

“Antonio Saitta si è impegnato con noi, con un patto tra persone perbene, che sanno intendersi con una stretta di mano nell’affidarci la scrittura di quella parte del suo programma relativo a temi a noi cari, come la cultura e il turismo, e a dare continuità durante il suo mandato con la’ssegnarci spazio operativi istituzionali per questo nostro impegno finalizzato a rendere produttivo un percorso virtuoso, orientato alla creazione di benessere in termini di nuove opportunità di lavoro che solo un turismo inteso in maniera manageriale può ancora consentire”.

Sui motivi per i quali non ci sarà una lista diretta di Liberi e Forti, i candidati si sono espressi così: “I tempi non ci sono sembrati ancora maturi per trasformare il movimento civico in movimento politico e quindi in lista civica”.

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Nino Principato
Nino Principato
1 Maggio 2018 1:13

Io non ho alcuna appartenenza partitica, mi trovo bene con chiunque abbia veramente amore per questa città, proposte e programmi seri, realistici e fattibili da portare avanti e Antonio Saitta è uno di questi.Le mie ideologie, le tengo solo per me