MESSINA.  Al liceo Archimede si avvia oggi il ciclo di lezioni di “Economicamente, metti in conto il tuo futuro”, un progetto di educazione finanziaria per gli studenti della scuola superiore, per formare gli investitori di domani. Il corso realizzato da Anasf, l’associazione nazionale dei consulenti finanziari,  in collaborazione con Progetica, sarà condotto dal  consulente finanziario Giuseppe Giannetto.

Il progetto approda a Messina per la seconda volta, dopo la prima edizione tenuta al liceo Bisazza. L’obiettivo è fornire ai giovani gli strumenti di conoscenza del mondo del risparmio, partendo dalle loro esigenze, per spiegare attraverso le loro esperienze l’uso migliore delle risorse che si troveranno a disposizione nel corso della vita.

Partendo dal concetto di ciclo di vita e dall’analisi degli eventi che scandiscono le fasi di transizione della famiglia, verrà illustrato il tema del valore della pianificazione finanziaria per raggiungere i propri obiettivi in maniera efficace ed efficiente e verranno approfonditi argomenti quali investimento, indebitamento, protezione e previdenza. L’innovatività del progetto consiste nel partire dalle reali esigenze dei ragazzi per sviluppare attitudini che consentano di perseguire obiettivi definiti sulla base delle proprie priorità.
Il progetto è rivolto agli studenti del terzo, quarto e quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado.
Il programma di educazione finanziaria si articola in quattro moduli e saranno largamente utilizzati simulazioni, esercitazioni e test di verifica.

Oggi il livello di alfabetizzazione finanziaria in Italia continua a essere inferiore alla media europea con dati preoccupanti, come mostra anche l’ultimo rapporto Consob sul tema, pubblicato in luglio: solo poco più del 40% degli intervistati è in grado di definire correttamente alcune nozioni di base, quali inflazione e rapporto fra rischio rendimento, mentre la conoscenza di concetti più sofisticati riguardanti le caratteristiche dei prodotti più diffusi registra percentuali anche inferiori (fino all’11%). Da sempre Anasf presta attenzione ai risparmiatori e alla necessità di favorire una maggiore consapevolezza nelle scelte di investimento e nella gestione dei risparmi, a partire dai più giovani.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments