MESSINA. Un centro di eccellenza polifunzionale dedicato all’infanzia nei locali dell’Istituto Marino. Si tratta del “Bio-parco delle Intelligenze e delle Neuro-fragilità”,  che verrà gestito in maniera sinergica dal Comune di Messina, dal Cnr e dall’Irccs Centro Neurolesi, i tre Enti firmatari dell’accordo di programma che verrà siglato  venerdì 14, alle 10.30, al “Bosurgi Caneva” di Mortelle, già parzialmente in uso all’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti “Eduardo Caianiello”.

All’incontro parteciperanno il sindaco di Messina Renato Accorinti, il presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), Massimo Inguscio, e il direttore generale dell’Irccs Centro Neurolesi, Angelo Aliquò, alla presenza del sottosegretario di Stato Davide Faraone, in rappresentanza del Ministero della Salute.

“La mancanza nel centro-sud Italia di servizi integrati in grado di fornire a minori assistenza, ricerca ed inclusione sociale, con tecnologie e metodologie allo stato dell’arte – si legge in un comunicato – è poco nota ai più ma rappresenta un grave problema per quelle famiglie i cui bambini sono fragili a causa di patologie invalidanti del neuro-sviluppo, quali l’autismo. L’accordo di programma rappresenta una prima risposta a questa esigenza che nel territorio di Messina è particolarmente rilevante e sancirà la nascita all’Istituto Marino “Bosurgi Caneva” di Mortelle, del Bio-Parco delle intelligenze e delle neuro-fragilità, un centro di eccellenza polifunzionale dedicato all’infanzia a carattere socio-riabilitativo per le neuro-fragilità, che integrerà laboratori di ricerca e servizi per l’accoglienza e il turismo sociale, nonché interventi assistiti con gli animali. Il Bio-Parco svolgerà altresì servizi di ricerca che consentiranno studi di neuro-funzionalità, applicazione di nuove metodologie socio-riabilitative e socio-assistenziali per minori fragili e per le loro famiglie, che potranno essere ospitate in regime di turismo sociale residenziale”.

“Il Bio-Parco, che ha come obiettivo generale la realizzazione di interventi finalizzati a garantire la tutela della salute, il miglioramento delle condizioni di vita e l’inserimento sociale – prosegue il comunicato – sarà gestito in maniera sinergica dai tre Enti firmatari dell’accordo di programma. Il Comune svolgerà un ruolo di governo degli interventi e dei servizi sociali offerti dal Bio-Parco, inserendole in un sistema integrato, e promuoverà, all’interno delle strutture del Bio-Parco, eventi mirati a facilitare ed incoraggiare l’accesso ai servizi e alle misure disponibili per le famiglie in condizioni di fragilità. Il Cnr, con l’articolazione territoriale di Messina Cnr-Isasi, si occuperà di svolgere attività di ricerca e coordinamento tecnico-scientifico nell’ambito dei sistemi intelligenti per la salute e le nuove tecnologie di valutazione e neuro-riabilitazione. L’Irccs Centro Neurolesi “Bonino Pulejo” si occuperà nello specifico delle attività assistenziali, di ricerca sanitaria e di coordinamento clinico”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments