MESSINA. Un euro all’ora, tre euro per mezza giornata (dalle 8 alle 16 o dalle 16 alle 24), cinque euro una giornata intera (8-24), gratuito nelle ore notturne. Sono le nuove tariffe del parcheggio delle torri Morandi a Faro, che l’amministrazione ha equiparato a quelle in vigore (attualmente sospese fino al 30 giugno) nella ztl al centro città. Il bus navetta che dal parcheggio porta in spiaggia al Pilone (tre minuti e mezzo a piedi, camminando piano) diventerà gratuito.

È una delle “manovre correttive” dell’amministrazione comunale per l’isola pedonale di Torre Faro, che inverte quanto in vigore fino ad adesso, e cioè parcheggio gratuito e navetta a pagamento (senza praticamente che cambi nulla, tranne le tariffe più alte). Quale è la ratio del provvedimento? Lo aveva spiegato una settimana fa l’assessore alle Politiche del mare Dafne Musolino in un video. “Serve a disincentivare il ricorso al parcheggio Morandi per chi non viene a Faro per trascorrere la giornata ma perché è un residente e occuperebbe un posto per tutta la giornata“. Quindi, secondo l’amministrazione, i posteggi ai residenti vengono garantiti per mezzo dei pass (un’auto per famiglia, gli altri nelle vie limitrofe), quelli per i turisti alle Torri Morandi.

L’Atm ha assicurato che, oltre alla navetta, assicurerà un servizio aggiuntivo con un bus che sostanzialmente percorrerà il perimetro del lago piccolo e le vie interne del paese che non sono state pedonalizzate e permetterà a chi arriva a Faro in auto di non doversi avventurare in cerca di un parcheggio, lasciando l’auto nelle strade meno congestionate alla fine di via Circuito o della statale 113.

Il servizio aggiuntivo è stato quantificato dall’Atm in 1250 euro al giorno, quindi 115mila euro per i 92 giorni dell’isola pedonale, sarà gratuito e c’è la possibilità di estenderlo fino a Mortelle, e funzionerà su tre turni, in fasce orarie da concordare. La navetta invece farà servizio fino alle 2, essendo caduto il coprifuoco.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments