MESSINA. “Migliaia di evacuati”,  “panico in riva allo Stretto” e “città devastata”. Sugli incendi di questi tre giorni, a Messina, c’è chi ci ha marciato, diffondendo notizie false procurando allarmi ingiustificati, e sparandole talmente grosse che il comune di Messina ha deciso di intervenire per ridare una giusta prospettiva alla vicenda.

A diramare un comunicato è stato l’assessore alla Protezione Civile, Sebastiano Pino: “Sono rammaricato, perché a fronte di una situazione abbastanza critica, che ha messo a dura prova la città di Messina e i suoi abitanti, ho letto su qualche sito internet notizie infondate e non rispondenti a quanto realmente accaduto. Tengo quindi a precisare che soltanto due nuclei familiari, complessivamente cinque persone residenti in contrada Catanese, sono stati allontanati alcune ore in via precauzionale e, una volta cessato il pericolo, sono rientrati nelle loro abitazioni. Non risponde quindi al vero la notizia secondo la quale gli sfollati a Messina sarebbero stati alcune migliaia. All’università dell’Annunziata – continua Pino – nel primo pomeriggio di lunedì scorso, sono state interrotte le lezioni per evitare conseguenze all’eccesso di fumo, che si è propagato a seguito degli incendi, ma si è trattato di un’azione preventiva in quanto non si sono registrati pericoli per le persone, né danni alle strutture universitarie”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments