MESSINA. In genere, chi torna dalla vacanza in Sicilia, vanta tre kg in più ogni settimana di permanenza: segno che, quando c’è da far fare allenamento alla mascella, l’isola non è seconda a nessuno. E quindi a quantità ci siamo, ma per la qualità? Ecco, lì è un po’ più complicato.

Sono sedici i ristoranti siciliani quest’anno si sono aggiudicati uno dei riconoscimenti più ambiti nell’ambito della ristorazione: la stella Michelin. Tra i principali capoluoghi però manca Messina. Infatti nessun ristorante cittadino quest’anno ha si è aggiudicato il tanto agognato riconoscimento. Al contrario invece la provincia con i suoi cinque ristorante sparsi da Taormina alle Eolie si piazza al primo posto per quantità di riconoscimenti.

A capeggiare nella lista che riguarda la provincia di Messina c’è Taormina, con tre ristoranti che quest’anno sono stati premiati. Si tratta di “La Capinera” guidata dallo chef Pietro d’Agostino e “Otto Geleng” con l’executive chef Roberto Toro, ristorante del Grand Hotel Timeo, vicino il Teatro Antico. Anche il ristorante del “The Ashbee Hotel”, il “St. George“, guidato da uno degli chef tristellati più apprezzati dell’intera penisola: Heinz Beck. Anche Salina ha avuto la sua stella, con il “Signum” , ristorante dell’ omonimo hotel dell’isola, che ha portato a casa la prima stella con a capo Martina Caruso, che già nel 2019 era stata premiata come “chef donna Michelin”. Quindi “Il Cappero” ristorante di Vulcano, che fa parte del Therasia Resort e che si affaccia direttamente sui faraglioni di Lipari, mentre a capo della cucina c’è l’Executive Chef Giuseppe Biuso, classe 1988.

Quattro invece i ristoranti premiati in tutta la provincia di Ragusa, a partire dal Ristorante Duomo, che si è aggiudicato la seconda stella, a seguire con una stella: a Modica c’è Accursio Ristorante, in città La Fenice Ristorante, Locanda Don Serafino. Quattro anche i ristoranti stellati tra Catania e la sua provincia: Ristorante Coria, (Caltagirone) Sapio, Shalai (Linguaglossa) Archi Zash (Riposto). La provincia di Palermo ha invece guadagnato due stelle divise tra “Il bavaglino” (a Terrasini) e “I pupi” (Bagheria). Due stelle se le è aggiudicate infine “La Madia” ristorante di Licata, provincia di Agrigento.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments