MESSINA. Una scalata di 12 km che raggiunge il 9% di pendenza. Questa la salita di “Sella Mandrazzi”, la sfida più pesante del percorso lungo 300 km che gli atleti del “Giro dei Due Mari con Marzia” hanno affrontato durante la seconda giornata della terza edizione della manifestazione cicloturistica che farà, nei giorni 7, 8 e 9 Giugno, il giro della Provincia di Messina, con lo scopo di abbattere le barriere mentali e architettoniche sotto la guida di Marzia, la ragazza disabile che ha ispirato il padre in quest’avventura.

Con il ricordo delle emozioni della prima giornata, dopo la colazione avvenuta all’interno del monastero dove hanno alloggiato durante la notte, gli atleti erano pronti per proseguire nella loro avventura con il tratto Linguaglossa – Falcone.

La prima tappa è stata quella al comune di Alcantara, raggiunto passando dal percorso di “Passopisciaro” dove hanno potuto ammirare uno splendido paesaggio verde. Ad Alcantara sono stati accolti dagli assessori allo sport e ai servizi sociali, Andrea Paratore e Clelia Pennisi all’interno della “Piazza del mercato”, resa recentemente a norma. Consegna del classico gagliardetto e della targa che attesta l’abbattimento delle barriere architettoniche e mentali grazie a Marzia, e subito presa la direzione verso Badiavecchia percorrendo la salita di “Sella Mandrazzi”.

Una fatica estenuante quella dei ciclisti per raggiungere il vecchio borgo frazione di Novara di Sicilia, superata in due ore e con solo una pausa di 20 minuti dopo i primi 8 km per ammirare il paesaggio offerto dal borgo “Morfia”, ora disabitato. Durante l’ascesa, incrociato il percorso anche con il “Giro di Sicilia” composto da circa ottanta auto di lusso.

Dalla parrocchia dei santi Ugo, Basilio e Marco, vi è stata una prima accoglienza al bivio di Badiavecchia da parte del parroco Padre Mario Oliva (di origine castanota come Marzia), che ha particolarmente tenuto a percorrere anche solo un breve tratto in bici con Marzia, fino all’arrivo in chiesa, dove sono stati accolti una seconda volta dalla comunità locale. Alle 15 sono giunti a destinazione, dove vi è stata la celebrazione della Santa Messa.

Sull’altare, Salvo, Giuseppe e Dario (i ragazzi in handbike), Francesca (la non-vedente) e Marzia, invitati e aiutati a salire dallo stesso prete prima dell’inizio della celebrazione. Oggi è stata anche la festa del cuore di Gesù, “arricchito da quest’impresa e che dà una marcia in più”, afferma Padre Mario durante l’omelia, omelia che non ha fatto lui, ma che dichiara di essere stata fatta da tutti i presenti. “Dentro questo fiume c’è tutta la vostra passione e il vostro coraggio – ha esclamato con enfasi -, ci sono gli occhi di Francesca, che vede meglio di me, e Gianni che tira Marzia, anche se in realtà è Marzia che tira Gianni”; e a queste parole, un miscuglio di commozione e di sorrisi sono esplosi. La barriera che ha invitato ad abbattere? “Abbattiamo anche le barriere tra giusti e peccatori: Dio non ha escluso nessuno”. Infine, gli applausi a Rosario Costa, il  ragazzo che due anni fa è venuto a mancare a causa di un incidente mentre si allenava in bici, figlio di Stello e di Nancy che hanno accompagnato il secondo figlio durante il percorso.

Al termine della messa, il pranzo offerto con prodotti locali dai paesani del borgo e la consegna del gagliardetto. Infine i saluti di Padre Mario con l’augurio di non mollare mai: “Saziu mancu a motti!” (Non dare mai soddisfazione).

La sosta successiva è stata fatta davanti alla chiesa di San Giovanni Battista di Falcone, dove il vice sindaco Nuccio Calabrese, aspettava l’arrivo dei ciclisti con un il team ciclistico della città, “Ciclibenedetto”, un pozzetto di granita al limone e, soprattutto, con un felice annuncio: a Falcone non ci sono più barriere da abbattere. Anche qui la consegna del gagliardetto e della targa, e le medaglie da parte del sindaco e del team ciclistico a Marzia.

Per le 20, l’arrivo a Oliveri e l’incontro con il sindaco Michele Pino e l’assessore allo sport Franca Iarrera. “Noi istituzioni dobbiamo essere sensibili per sensibilizzare i nostri cittadini”, così ha esordito il sindaco, raccontando della loro campagna di sensibilizzazione rivolta ai lidi e dell’acquisto della sedia Job, che verrà inaugurata domenica 17 da Marzia sotto invito del sindaco in persona.

Pernottamento all’hotel “Riviera Azzurra” di Oliveri e meritato riposo per caricare le batterie e affrontare al meglio la giornata di domani.

La pagina Facebook del “Giro dei Due Mari con Marzia” per guardare le foto e le dirette della giornata: https://www.facebook.com/girodei2mariconmarzia/.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments