MESSINA. Il 5 giugno a Piazza Duomo dalle 9:00 alle 12:00 Confcommercio Messina promuoverà “Germogli in città”, l’evento realizzato con il patrocinio del comune di Messina, di Messina Città Metropolitana, dell’Ufficio Diocesano per i problemi sociali e il lavoro dell’arcidiocesi di Messina, del Parco Fluviale dell’Alcantara, dell’Ente Parco delle Madonie, del Parco Naturale dei Nebrodi.

La giornata si aprirà in piazza con “Lo yoga del sorriso”, a cura dei maestri del Centro Tao Messina, e proseguirà con gli interventi di produttori del settore agroalimentare CONFALI e dei ristoratori del gruppo FIPEConfcommercioMessina, presenti sul territorio pronti a fare filiera per salvare il lavoro di tante aziende e famiglie in sofferenza. Il momento più importante dell’evento sarà la consegna della terra e dei semi provenienti dai tre parchi e dai terreni delle aziende agricole di una rappresentanza ai bambini che verranno in Piazza Duomo, un dono da custodire in una scatola speciale preparata dal Gruppo LEM.

Mentre gli adulti inizieranno un percorso di implementazione della collaborazione tra filiere del territorio i bambini potranno partecipare ad una lezione di yoga all’aperto tutta dedicata a loro ed ai giochi di prestigio di Mister Alex e saranno presenti gli Scout del gruppo AGESCI Zona Dello Stretto che testimonieranno l’impegno dei ragazzi per l’ambiente.

Il presidente del Parco delle Madonie, dottore Angelo Merlino, porterà in esposizione un esemplare di Abies nebrodensis, l’abete più raro al mondo che si credeva estinto, una specie autoctona che rappresenta la ricchezza della biodiversità del nostro territorio. Il presidente del Parco Naturale dei Nebrodi, dottore Domenico Barbuzza, invece allestirà una teca contenente esemplari di Apis mellifera siciliana, una specie sempre più preziosa per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi.

Nel corso della mattinata interverranno la dottoressa Maria Grazia Maggio, psicologa della “Rete Civica della Salute del Comune di Messina, e la dottoressa Federica Papa, per spiegare l’importanza del contatto con la natura nello sviluppo neurocognitivo nell’età evolutiva. Verrà inoltre mostrata una video intervista con la professoressa Gabriella Di Rosa, dirigente del reparto di Neuropsichiatria infantile del Policlinico Gaetano Martino per spiegare le problematiche dovute ad un abuso di esposizione agli schermi usati a fine ludico dai minori. Seguiranno una serie di tutorial che verranno lanciati sul sito Confcommercio Messina e che avranno il fine di promuovere il gioco manuale ed esperienziale e la conoscenza del territorio.

Confcommercio Messina durante l’evento, poi,  darà ufficialmente il varo al nuovo gruppo dirigenti CONFALI, “Alimentare Insieme” un settore che curerà le filiere agroalimentari mettendo a disposizione nuovi servizi, tutelando la biodiversità e il valore della cultura del territorio, per connettere i settori della ristorazione, distribuzione e turismo con i temi della cultura e della tutela ambientale. CONFALI, capitanata dalla dottoressa Sabrina Assenzio, avvierà nuovi percorsi alla luce di un’economia sempre più integrale ed in linea con la transizione ecologica e digitale, una progettazione in piena adesione con gli obiettivi dell’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Durante l’evento verranno presentati alcuni componenti del Tavolo tecnico Scientifico di CONFALI: il professore Giacomo Dugo, il dottore Antonio Milici, l’ ingegere Francesco Cancellieri, il dottore Carlo Maletta, il consigliere Erminio Egitto, gli imprenditori Nino Crupi e Giacomo Emanuele.

“Non dobbiamo lasciare -ha dichiarato il Presidente Carmelo Picciotto-  che a causa della crisi economica post-pandemica, i ristoratori rinuncino a lavorare con i prodotti di alta qualità del nostro territorio per declinare verso il basso costo di alcune materie prime estere. La biodiversità delle filiere agroalimentari del nostro territorio va sostenuta perché senza di questa vedremmo scomparire il lavoro di moltissime famiglie, spopolarsi interi borghi e vedremmo dissolversi la nostra identità tra gli scaffali di una distribuzione sempre più multinazionale e omologata. I nostri germogli hanno il diritto di conoscere terra, sapori e tradizioni che abbiamo il dovere di custodire per loro”.

 




 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments