MESSINA. La città più “verde in Sicilia, secondo il report di Legambiente “Ecosistema urbano”? Caltanissetta. Poi Enna. Terza, però, è Messina. Un traguardo, secondo l’ex assessore Gaetano Cacciola, che si deve ai cinque anni di politiche dell’amministrazione guidata da Renato Accorinti. E lo spiega elaborando una serie di grafici comparativi.

Il primo riguarda la posizione di Messina in classifica generale: Ottantaquattresima. Non brillantissimo in assoluto (le città prese a campione sono 104), ma in costante ascesa durante gli ultimi cinque anni.

A cosa è dovuto il risultato moderatamente positivo? Cacciola inserisce, ed è ovvio che sia così visto il suo ruolo da ex assessore alla Mobilità, l’offerta di trasporto pubblico: dal 2014 al 2018, Messina scala ben trenta posizioni in classifica, dalla dozzina di bus e qualche tram al servizio unanimemente apprezzato (ed ora rimodulato, con risultati non brillantissimi, con la giustificazione del taglio dei costi). Strettamente connessa alla classifica, c’è la tabella  che riguarda l’incremento dei passeggeri dal 2014 al 2018, qui con incrementi esponenziali.

 

Quindi il tasto dolente, per Cacciola: nonostante la sonora bocciatura per la sua ipotesi di isola pedonale in via dei Mille (massacrata da oltre 800 emendamenti proposti in consiglio comunale con chiara intenzione ostruzionistica e quindi ritirata dallo stesso Cacciola),  il computo delle aree pedonalizzate vede una vertiginosa impennata. Un tema sempre piuttosto scottante, quello delle isole pedonali in città, osteggiate per principio e mal tollerate quando sono state realizzate anche in maniera temporanea. Il risultato, comunque, premia Messina.

Per  ultimo, una tabella riassuntiva, messa assieme dall’ex assessore: anche nelle singole voci, il miglioramento, anche in comparti di non stretta pertinenza di Cacciola (tipo la differenziata o la capacità di depurazione) mostrano una certa inclinazione “green” della città. Per alcuni parametri, come per l’appunto la differenziata, il trend con la nuova amministrazione di Cateno De Luca è comunque in linea con la crescita gli anni precedenti.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments