Benjamin Barlow trauomatologo che segue Donald Trump ovunque vada è stato a Taormina in perlustrazione. Da verificare i livelli di assistenza della struttura sanitaria. Barlow è stato in visita al San Vincenzo accompagnato dal direttore generale dell’Asp, Gaetano Sirna, dal direttore sanitario dell’ospedale, Rosario Cunsolo e dal responsabile del Sues 118, Domenico Runci. “Barlow era soddisfatto di angiografica e risonanza e in generale di tutta la struttura. Abbiamo così consegnato il piano sanitario per il G7”, ha spiegato Sirna.  Ma è solo il primo sopralluogo sanitario in vista del G7: “Il 20 aprile aspettiamo i francesi, per esempio – ha raccontato Sirna – a seguire tutti gli altri. Abbiamo previsto un piano sanitario che sia pronto ad ogni evenienza, perfino un attacco nucleare: ci saranno le tende per la decontaminazione da esposizione a radiazioni ed elementi chimici. Non succederà nulla con tutta probabilità ma dobbiamo essere pronti lo stesso”. 

Per questo tutti gli ospedali di Catania e Messina rientrano nel piano sanitario del G7: 60 ore di allerta con sette sale operatorie attive e altrettanti equipe di chirurghi. 

Saranno attivati anche tre ospedali da campo: uno a Giardini Naxos, uno nei pressi del casello di Taormina e l’ultimo nel tetto del parcheggio di Porta Catania. 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments