PALERMO – La frana di Letojanni bloccata ancora da un intoppo burocratico: “Per precisa responsabilità dell’assessorato all’Ambiente”, punta il dito con chiarezza il direttore generale del Cas, Leonardo Santoro. È questo il risultato della conferenza dei servizi a Palermo, lo scorso martedì, un focus per i lavori di ripristino della carreggiata est dell’autostrada Messina – Catania, invasa da una frana dal 5 ottobre del 2015, che incassa il parere favorevole del Comune di Letojanni.

Già acquisiti tutti gli altri pareri, adesso manca soltanto la valutazione di impatto ambientale del progetto di rimozione della frana. Ma è qui che l’intoppo si ripresenta. Pare infatti che i file inviati mesi fa via pec dal Cas al dirigente regionale Calogero Di Chiara non fossero leggibili dalla mail dell’assessorato all’Ambiente: “Abbiamo fatto una versione cd, ma non va bene neanche quella, adesso ci è stata richiesta la versione cartacea”, sottolinea ancora Santoro.

Tutto rinviato, dunque, al prossimo 20 giugno, data della prossima conferenza di servizi, sempre a Palermo. Nel frattempo il fango caduto ben due anni e mezzo fa sulla carreggiata dell’autostrada resta immobile.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments