MESSINA. Garantire ai cittadini che si trovano in una condizione di morosità incolpevole la possibilità di pagare il canone d’affitto. Al via anche a Messina l’avviso pubblico aperto per la concessione dei contributi alle mensilità delle locazioni del 2018 da parte del Comune di Messina con la possibilità di presentare le domande entro il 31 dicembre del 2019. Può presentare la domanda il titolare di un contratto di locazione o un altro componente maggiorenne delegato e residente nella casa in affitto. Le graduatorie saranno rese pubbliche a partire dalla fine di giugno.

Il contributo è destinato alle famiglie con un reddito non superiore a 35 mila euro o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con valore ISEE non superiore a 26 mila euro. Fondamentale per accedere all’avviso pubblico che la famiglia abbia ricevuto un atto di intimazione di sfratto per morosità attraverso atto di citazione per la convalida emesso nell’anno 2018. Il contratto di locazione deve essere regolarmente registrato e l’abitazione in affitto deve essere nel comune di Messina. Il richiedente lo sgravio deve – pena l’esclusione dalla graduatoria – dare dimostrazione di aver subìto una perdita o una sensibile diminuzione della capacità reddituale, per cui non gli è più possibile pagare il canone di locazione.

Gli eventi che garantiscono requisito per presentare richiesta sono: licenziamento (escluso quello per giusta causa o giustificato motivo ed escluse le dimissioni volontarie eccetto quelle dovute alla prolungata mancanza di retribuzione); accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria e straordinaria; mancato rinnovo di contratto a termine o di lavoro atipico; cessazione di attività da libero professionista per cause di orza maggiore; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato una consistente riduzione del reddito complessivo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

Il contributo per morosità incolpevole viene erogato direttamente al proprietario dell’immobile fino a un massimo di dodici mensilità dando anche la possibilità di stipulare un nuovo contratto di locazione. I contributi non sono cumulabili. Secondo l’ordine delle graduatorie il Dipartimento per le politiche sociali pagherà i canoni fino a esaurimento delle risorse. L’importo del contributo non può superare l’importo di otto mila euro. I conduttori che hanno usufruito nella dichiarazione IRPEF del 2018 di una detrazione per canoni di affitto sono esclusi dal beneficio.

La richiesta va presentata o direttamente all’Ufficio competente o tramite PEC e posta al Comune di Messina.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments