MESSINA. Quella con più voti è Emilia Barrile, che di preferenze ne ha ottenute ben 2281 (e nonostante questo rimarrà fuori dal consiglio), circa 800 in più rispetto a Benedetto Vaccarino di Forza Italia (1455), che si piazza al secondo posto precedendo Claudio Cardile del Partito Democratico (1078). Sono i candidati al consiglio comunale che hanno ottenuto più preferenze fra i ben 891 nomi in lizza, molti dei quali, ben 35, non hanno avuto nemmeno un voto, mentre in parecchi, i tanti fermi a 1, si sono dovuti accontentare del loro. (I dati dovrebbero essere definitivi, ma purtroppo non lo sono ancora).

Sono in totale 14017 le preferenze raccolte dalle sei liste di Cateno De Luca (a fronte dei suoi 23636 voti complessive), nessuna delle quali è riuscita a raggiungere la soglia del 5% (e quindi nessuno arriverà in consiglio comunale. A parte il candidato sindaco (710), il candidato con più voti è Massimo Minutoli (405). Due invece gli “zero”. Appena 16 le preferenze raccolte dall’editore Armando Siciliano, mentre il giornalista Gianfranco Pensavalli si ferma a quota 9.

Una sola la lista a sostegno della candidatura di Gaetano Sciacca, che raggiunge 11109 voti, praticamente il doppio di Forza Italia. Un boom di preferenze che attenua in parte la delusione per l’esito finale e garantisce ai pentastellati un buon numero di esponenti in consiglio. A guidare la classifica è proprio l’ex ingegnere capo del Genio Civile (1034 voti), che ha già annunciato di voler ricoprire il ruolo di consigliere a Palazzo Zanca. Seguono Andrea Argento (894) e Serena Giannetto (684).

Ecco quindi la “corazzata” Bramanti, che di liste ne ha schierate ben 10. Fra tanti candidati non mancano quelli con zero preferenze, 24 in totale, con un vero e proprio bagno di sangue per la lista Il Popolo della Famiglia, che ne colleziona 14 su 28 candidati. Primo fra tutti risulta Benedetto Vaccarino di Forza Italia (1455), seguito a ruota da Giovanna Crifò (1077), entrambi condannati in primo grado nella vicenda Gettonopoli. Ben più indietro l’altro ex consigliere Santi Daniele Zuccarello, fermo a 761 preferenze.

Debacle per la lista “Noi per Messina” di Pippo Trischitta: cinque i candidati con zero preferenze mentre la più votata, Caterina Trischitta, di voti ne racimola appena trenta. Il più votato, in quota “Messina Splendida” è Filippo Chindemi, che con 241 voti precede di qualche decina di unità proprio l’ex consigliere comunale.

Tre le liste di Renato Accorinti, composte rispettivamente da 26, 30 e 23 candidati. Una scelta, rinnegata dallo stesso Accorinti, che di fatto ha impedito all’ex sindaco di Messina di superare lo sbarramento del 5%. La più votata è Ivana Risitano (681), ex consigliera del Comune, mentre al secondo posto si piazza Giuseppe Sanò (612), seguito dall’ex assessore Gaetano Cacciola.

Boom di preferenze per Emilia Barrile, che conquista quasi la metà dei voti della sua intera lista (4660). A seguire Nino Neri, con 793 voti.

Infine le sei liste di Antonio Saitta, che di preferenze da consigliere ne ottiene appena 242. Solo uno il candidato che raggiunge le 4 cifre, il già citato Claudio Cardile, a fronte di quattro candidati con nessuna preferenza. 452 i voti del vicesindaco designato Maria Flavia Timbro di Articolo Uno, mentre Lucy Fenech si ferma a quota 262.

 

Di seguito tutti i candidati e i relativi voti (clicca sulle liste per ingrandirle):

 

Cateno De Luca

 

1. Giovani per Cateno Sindaco (voti assegnati alla lista 784)

 

2. Messina Nord Cateno Sindaco (voti assegnati alla lista 1561)

 

3. Messina Sud Cateno Sindaco (voti assegnati alla lista 2147)

 

4. La Svolta per Messina Cateno Sindaco (voti assegnati alla lista 3738)

 

5. Messina Centro Cateno Sindaco (voti assegnati alla lista 1279)

 

6. De Luca Sindaco di Messina (voti assegnati alla lista 4508)

 

Gaetano Sciacca

 

1. Movimento 5 Stelle (voti assegnati alla lista 11109)

 

Dino Bramanti

 

1. ORA Messina (voti assegnati alla lista 7285)

 

2. Peloro 2023 (voti assegnati alla lista 4330)

 

3. Insieme per Messina (voti assegnati alla lista 5217)

 

4. Diventerà Bellissima (voti assegnati alla lista 5223)

 

5. Noi con Salvini (voti assegnati alla lista 2797)

 

6. Popolari e autonomisti (voti assegnati alla lista 1909)

 

7. Fratelli d’Italia (voti assegnati alla lista 3440)

 

8. Forza Italia (voti assegnati alla lista 5675)

 

9. Il Popolo della Famiglia (voti assegnati alla lista 246)

 

10. Bramanti sindaco (voti assegnati alla lista 6351)

 

 

Pippo Trischitta

 

1. Noi per Messina (voti assegnati alla lista 258)

 

2. Messina Splendida (voti assegnati alla lista 1351)

 

Renato Accorinti

 

1. Renato Accorinti Sindaco (voti assegnati alla lista 4675)

 

2. Cambiamo Messina dal Basso (voti assegnati alla lista 3.373)

 

3. Percorso Comune (voti assegnati alla lista 2347)

 

Emilia Barrile

 

1. Leali (voti assegnati alla lista: 4660)

 

Antonio Saitta

 

1. LiberaME (voti assegnati alla lista 6329)

 

2. Antonio Saitta Sindaco (voti assegnati alla lista 4575)

 

3. Pdr (voti assegnati alla lista 6190)

 

4. Articolo Uno (voti assegnati alla lista 1724)

 

5. Partito Democratico (voti assegnati alla lista 6853)

 

6. Impegno Civico (voti assegnati alla lista 629)

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments