MESSINA. E’ morto qualche minuto fa, all’età di 93 anni Piero Angela, il più famoso giornalista e divulgatore scientifico italiano. A darne la notizia il figlio Alberto, in un brevissimo messaggio su facebook: “Buon viaggio papà”. Noto soprattutto come ideatore e presentatore di trasmissioni di divulgazione in stile anglosassone, con cui ha dato vita a un filone documentaristico della televisione italiana, e per il suo giornalismo scientifico anche espresso in numerose pubblicazioni saggistiche[2], incominciò la carriera come cronista radiofonico, divenendo poi inviato e affermandosi successivamente come conduttore del telegiornale Rai. Ha dato vita al filone descrittivo e documentaristico con programmi di comprovata fama e valore quali, ad esempio, “Il mondo di Quark” o “Superquark”. Sia a livello nazionale che internazionale ha ottenuto diversi riconoscimenti, fra i quali il prestigioso Premio “Kalinga”dell’Unesco per la divulgazione scientifica. Fra la sua produzione come scrittore vi sono oltre 30 libri, molti tradotti in diverse lingue tra cui inglese, tedesco e spagnolo. L’ultimo volume, edito Mondadori 2017, è intitolato “Il mio lungo viaggio. 90 anni di storie vissute”. A novembre 2017 l’università di Messina gli ha conferito il dottorato honoris causa in Biologia Applicata e Medicina Sperimentale.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments