I carabinieri, monitorando i giovani consumatori di stupefacenti del quartiere “Giostra”  di Messina ieri hanno individuato due ventenni, disoccupati, a cui sono stati trovati un chilogrammo di marijuana. In particolare, i militari sono stati particolarmente insospettiti dal fatto che, nei pressi di un sottoscala di pertinenza della loro abitazione, la giovane coppia avesse messo un “molosso”, ovvero un cane “corso” di grossa taglia, legato con una catena di dieci metri, a guardia dello stupefacente, e che alla vista dei militari abbia cercato di scoraggiarli ad effettuare la perquisizione domiciliare, poi rivelatasi fruttuosa.

 

Infatti, dopo aver allontanato il cane i militari dell’Arma hanno aperto la porta del sottoscala retrostante la cuccia dell’animale rinvenendo, abilmente occultati, due involucri di cellophane contenenti complessivamente un chilo e venti grammi di Marijuana, immediatamente sottoposta a sequestro.

Così, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti sono finiti in manette V.G. e la compagna B.G. che dopo aver espletato le formalità di rito in caserma, sono stati condotti agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, avvenuto nella giornata di oggi, al termine del quale, l’A.G., dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la traduzione alla Casa Circondariale di Messina Gazzi per entrambi gli autori.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments