MESSINA. Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione dei nuovi decreti che daranno alla Chiesa nove nuovi beati, e con il riconoscimento delle virtù eroiche, cinque nuovi venerabili servi di Dio. Tra di essi anche Francesco Maria di Francia, fratello del più celebre Annibale, già da tempo proclamato santo, che a 116 anni dalla morte conquista l’ambito riconoscimento religioso.

“Per le virtù eroiche del Servo di Dio Francesco Maria Di Francia, Sacerdote diocesano, fondatore della congregazione delle Suore Cappuccine del Sacro Cuore; nato a Messina (Italia) il 19 febbraio 1853 e morto a Roccalumera (Italia) il 22 dicembre 1913”, si legge nel decreto papale.

“Fu per molti anni professore di teologia morale nel Seminario, e, dal 1887, canonico della Cattedrale. Nel 1912 fu nominato Vicario Generale dell’Arcidiocesi da monsignor Letterio D’Arrigo. Francesco fu protagonista di tutte le catastrofi che funestarono Messina: nell’epidemia di vaiolo che colpì Messina, chiese ed ottenne di potersi consacrare al servizio dei colpiti, quando nel 1887 il colera funestò Messina,  si chiuse nel lazzaretto prodigandosi con generosità, nel disastro del terremoto del 1908 rase che il fratello Annibale imputava all’ira di Dio contro la serpeggiante corruzione dei costumi che dilagava in città, si prodigò per i meno fortunati.

Ad Annibale Maria di Francia, mesi fa, il sindaco Cateno De Luca dedicò la prima stesura del “SalvaMessina”

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Lettera Emme […]