MESSINA. Sono stati consegnati questa mattina i lavori per la riqualificazione di un’area sita nel villaggio di Bordonaro. La somma stanziata deriva dai fondi per la democrazia partecipata 2019 ed è pari a 80.492,98 euro, che verranno spesi, così come votato dai cittadini, per la realizzazione di una piazzetta tematica nel villaggio di Messina.

Si tratta di un iter che deve essere seguito per obbligo di legge, così come previsto dalla legge sulla democrazia partecipata, nata per coinvolgere i cittadini nel processo amministrativo. La ditta appaltatrice è la Marino Gammazza Rosario e realizzerà l’opera entro marzo 2021 con la supervisione del rup Matteo Mucari e secondo il progetto del geometra Giuseppe Panarello, che ha previsto nella zona la realizzazione di uno spazio con altalene, scivoli e vari giochi per bambini.

Secondo quanto previsto dalla legge, infatti, tutte le associazioni locali possono presentare proposte su diversi temi: sport, arredo urbano, tutela ambientale, verde pubblico, attività culturali e ricreative, servizi sanitari e socio-assistenziali, attività educative di istruzione e formazione, politiche giovanili, integrazione sociale. Tutti progetti finanziabili grazie ad appositi fondi previsti nel bilancio comunale.

Dopo la presentazione in aula consiliare di un regolamento per la democrazia partecipata da parte del M5S (“Regolamento comunale del bilancio partecipativo”), approvato a maggio 2019, è stata prevista anche la costituzione di un’apposita commissione, composta anche da cittadini, con il compito di valutare le istanze.

“Con la legge regionale n. 5 del 2014 – dichiaravano i pentastellati ad ottobre 2018 – è fatto obbligo ai comuni di spendere almeno il 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse pubblico. Il regolamento consentirà a tutti gli organismi di rappresentanza collettiva che non abbiano appartenenza politica o partitica (associazioni, istituzioni scolastiche, enti pubblici ed altro), aventi sede legale o operativa sul territorio comunale, di presentare istanze e proposte”.

Secondo quanto votato dai cittadini, la restante somma derivante dai fondi stanziati appositamente per i progetti presentati nell’ambito della democrazia partecipata, verrà spesa nel villaggio di Castanea.

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] a finire i soldi della democrazia partecipata 2019? A Bordonaro, per la realizzazione di una piazzetta attrezzata di giochi per bambini, e a Castanea, sempre per un’area giochi. I due progetti, richiesti dalla cittadinanza […]