MESSINA. Anche in provincia di Messina, la psicosi verso il 5g  inizia a colpire: tre giorni fa, qualcuno ha dato fuoco a un’antenna del gestore WindTre situata in contrada Serro Bitto del comune di Condrò, al confine con Gualtieri Sicaminò, sulla falsariga di quanto è accaduto più volte nel resto d’Italia nei giorni precedenti, molto probabilmente scambiandola per un’antenna 5g. Lo riporta AMnotizie, che riferisce di indagini da parte dei carabinieri.

L’antenna data alle fiamme era un normale ripetitore 2G/3G/4G: l’atto vandalico, però, ha causato problemi alla linea telefonica e alla rete internet in tutta la zona. Secondo il sito, per il ripristino del segnale nelle zone di copertura sarà necessario riparare il 60% circa dell’intera infrastruttura telematica.

Qualche giorno fa, il sindaco di Messina Cateno De Luca (come altri sindaci del messinese) ha emanato un’ordinanza che vieta di installare sul territorio le antenne per la nuova rete cellulare dopo le segnalazioni di numerosi cittadini.

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
4 Maggio 2020 10:48

Ma si può essere più imbecilli