MESSINA. A distanza di 2 anni dall’ultima esibizione in riva allo Stretto, va in scena questa sera, al Retronouveau di via Croce Rossa, l’atteso concerto di Cristina Donà, una delle voci più originali della scena indipendente italiana. Il percorso dell’artista, che ha contribuito a definire una nuova stagione del rock di matrice mediterranea, inizia nei primi anni novanta, quando apre un concerto degli Afterhours con un repertorio di cover per chitarra e voce. Il primo passo di una lunga carriera – e di una costante collaborazione con Manuel Agnelli, a cui era stata segnalata dallo scrittore Davide Sapienza – che la porterà ad incidere nel 1997 il suo primo lavoro discografico, “Tregua”, con il quale vinse la Targa Tenco per il miglior album di debutto. Il disco, che ottenne un ottimo riscontro fra pubblico e critica, riuscì a conquistare persino sua maestà Robert Wyatt, padre del progressive e della scuola di Canterbury,  che sedotto dall’esibizione dal vivo di Cristina al Salone della Musica di Torino, segnalò Tregua sulla rivista musicale britannica Mojo.

A distanza di vent’anni dal suo esordio folgorante (seguito da 8 album in studio e numerose collaborazioni con il gotha della musica italiana e internazionale), per festeggiare lo speciale “compleanno”, stasera l’artista riproporrà dal vivo tutti i brani dell’album accompagnata dagli “storici” Cristiano Calcagnile alla batteria (che si occuperà anche di “vestire” i brani con nuovi arrangiamenti) e Lorenzo Corti alle chitarre, ai quali si aggiungono Danilo Gallo al basso e Gabriele Mitelli alla tromba.

Per info biglietti e prevendita, consultare: www.retronouveau.it, l’evento facebook e il sito www.ctbox.it.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments