MESSINA. «La decisione dell’Amministrazione di non riaprire i circoli sportivi in città è del tutto immotivata e contravviene a quanto disposto dal Governo nazionale e dalla Regione, creando una disparità incomprensibile fra gli sportivi messinesi e obbligando le strutture cittadine a rimanere chiuse per giorni senza alcuna ragione plausibile, con tutti i disagi che ne conseguono». Parole del capogruppo del M5s Andrea Argento, che commenta la presa di posizione del sindaco Cateno De Luca e le recenti affermazioni dell’assessore Dafne Musolino sui possibili rischi di contagio giocando a tennis, ritenute “del tutto arbitrarie e senza alcun fondamento”.

«In base a quanto si apprende – prosegue il consigliere – dopo l’inutile stop imposto lo scorso 3 maggio, la Giunta sarebbe pronta a correre ai ripari per modificare quanto disposto nell’ordinanza 143, consentendo alle strutture di riaprire, seppur  parecchi giorni dopo rispetto al resto della Sicilia. Nel sollecitare l’Amministrazione ad accelerare il più possibile i tempi, è evidente che si tratti in ogni caso di una decisione tardiva, che ha determinato delle inutili discriminazioni e ha contribuito ad alimentare ulteriore incertezza tra i cittadini, già scombussolati dal “balletto” di ordinanze contraddittorie (molte delle quali revocate dall’oggi al domani) a cui abbiamo assistito in questi mesi. Ritengo che in un momento difficile come quello che stiamo affrontando sia fondamentale mettere da parte qualsiasi smania di protagonismo, con decisioni estemporanee che creano solo confusione e polemiche», conclude.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments