MESSINA. Il fumetto come non l’avevano mai visto. Da “dietro le quinte”, dall’ideazione alla realizzazione. Un’idea e un tratto per cominciare e tutta un’architettura da costruirci attorno. Non solo svago, dunque. Ma anche possibile mestiere, anche opportunità di impegno e di apprendimento. Sono stati oltre 200 ragazzi di 10 istituti secondari di primo e secondo grado del Messinese a seguire il laboratorio online tenuto da Lelio Bonaccorso per “Il libro siamo noi”, il concorso promosso dal CESV Messina, giunto quest’anno alla decima edizione e curato dal gruppo di lavoro composto da Nuccia Formica (Vicepresidente CESV), Tina Camuti(componente Consiglio direttivo CESV), Marilia Gugliotta(volontaria ed insegnante) e Antonia Ragusi (referente area promozione CESV).

È stata – sottolinea il disegnatore -«un’occasione che sono felice di avere avuto perché ha consentito di coniugare l’aspetto ludico, del coinvolgimento di giovani appassionati, con l’aspetto di promozione del mezzo fumetto, che è adatto e “adattabile” a trasmettere storie, visioni, idee, e per questo ha dignità piena di professione culturale».

Lo sa bene Bonaccorso che ha firmato per Rizzoli, Feltrinelli e Beccogiallo, per Marvel, DC Comics e Disney e che con le sue tavole è riuscito a parlare – giusto per fare qualche esempio – di Peppino Impastato e di Dina e Clarenza, della tragedia degli immigrati in cerca di salvezza e dell’utopia realizzata e poi negata di Riace. Lo sa bene e lo sa far capire, anzitutto ascoltando il racconto a più voci, di esperienze e sogni e timori, che i suoi “allievi” gli regalano e poi guidandoli, tecnica dopo tecnica, illustrazione dopo illustrazione, sulla via del fumetto, dalle strutture tradizionali a quelle più innovative.

«La capacità di Lelio Bonaccorso di coinvolgere i ragazzi, la sua sensibilità e la sua maestria di autore – spiega Rosario Ceraolo, direttore del CESV Messina – sono state il miglior avvio possibile delle attività di questa edizione, che consideriamo particolarmente importante, sia perché taglia il traguardo dei dieci anni, sia perché l’esperienza del Covid per un verso e gli obiettivi dell’Agenda 2030 per altro verso, così come la guerra in corso, rendono sempre più importante appassionare le nuove generazioni alla solidarietà, alla sostenibilità, all’inclusione».

Le attività intanto proseguono. Nelle scuole ITET Fermi eITT LSSA Copernico di Barcellona Pozzo di Gotto, liceo Statale Vittorio Emanuele III, IIS Borghese Faranda e I.C. Pirandello di Patti, IC Terzo di Milazzo, IC Rita Levi Montalcini di San Piero Patti, IC Capizzi-Cesarò, IC di Brolo,IIS Merendino di Capo d’Orlando gli studenti sono al lavoro per realizzare i propri elaborati. Ma si preparano anche le iniziative per la “Settimana del Libro”: in calendario ci sono gli incontri con gli “Artisti per caso” e i volontari de “Il filo della memoria” (2 maggio), con le scrittrici Loredana Lipperini (online il 3 maggio), Cettina Marziano (3 maggio a Capizzi, 4 maggio a San Piero Patti, 5 maggio a Milazzo), Simona Merlo (11 maggio, Barcellona Pozzo di Gotto). Non è tutto. Altri incontri sono in fase di organizzazione.

La settimana si chiuderà con gli ultimi appuntamenti: giorno 11 maggio dalle ore 17,30 nella sala comunale di Patti si svolgerà il convegno su “La ritrovata Libertà – L’esperienza amministrativa nell’emergenza Covid”, libro del sindaco di Oliveri Francesco Irrera, e il 12 maggio dalle 10 alle 12 in piazza Mario Sciacca – Parco Robinson di Patti ci sarà l’apertura dello stand dedicato ai fumetti nella “Festa del libro” e la cerimonia di premiazione degli studenti vincitoridel Concorso “ll libro siamo noi” edizione 2022.

Per approfondimenti: Rosario Ceraolo, direttore CESV Messina – tel. 329 266 7055

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments