MESSINA. Rigenerare il salotto buono della città puntando su una nuova area pedonale e sull’eliminazione del tram, con il conseguente potenziamento dei bus cittadini. È la proposta presentata oggi, a Piazza Cairoli, dal candidato sindaco Cateno De Luca. Nello specifico, l’idea dell’ex deputato regionale è quella di realizzare un’area pedonale proprio nell’attuale corsia del tram, fra Piazza Cairoli e il viale Europa, dove verrebbero create delle “aree tematiche”. Presente all’incontro anche la “pecora Pelority”, che secondo De Luca  rappresenta l’inerzia della classe politica degli ultimi 30 anni in città.

«Ho voluto portare questa pecora a Piazza Cairoli  – ha spiegato De Luca – perché le condizioni di quest’area della città sono ridotte ad un pessimo ovile. Come la pecora, che abbiamo battezzato ‘Pelority’,  la classe dirigente della città si è spesso voltata dall’altra parte e ha pensato soprattutto a soddisfare e il proprio palato e c’è stato per anni il pascolo abusivo dei partiti e degli incompetenti. ‘Belando’ promesse su promesse, ma pensando unicamente al proprio fabbisogno e brucando famelicamente ‘l’erba’ rigogliosa rappresentata dalle risorse cittadine, lasciando ora Messina senza fondi. Ora anche la nostra Pelority, sarà quindi costretta ad emigrare per trovare una soluzione ai suoi bisogni”, prosegue il politico, che lancia quindi la sua idea per rilanciare Messina, partendo proprio dal suo “salotto buono”.

Piazza Cairoli deve ridiventare il cuore pulsante della città. Per fare questo però, è necessario innanzitutto migliorare le condizioni di vivibilità per i cittadini, creando una grande isola pedonale che parta da Piazza Cairoli e arrivi al Viale Europa permettendo ai commercianti di poter finalmente avere maggiori possibilità di incrementare i propri guadagni con  un’ area a viva e sempre in evoluzione. Allo stesso tempo si dovrà potenziare il trasporto pubblico aumentando i bus, ma anche eliminando il tram. A Messina questa decisione è imprescindibile per rendere maggiormente vivibile la città. Il tram è un’opera che ha comportato costi altissimi e non ha risolto i gravi problemi del trasporto pubblico in città. I messinesi d’altronde, – prosegue il candidato a sindaco –  non vogliono questa linea tranviaria che ha creato danni economici ai commercianti in quasi in tutte le zone dove, poiché ha issato barriere artificiali che non permettono l’acceso di cittadini e turisti”.

Nel progetto di De Luca, il tram verrebbe eliminato integralmente, lasciando spazio a una carreggiata per soli autobus. Nel tratto compreso fra Piazza Cairoli e il viale Europa, invece, l’idea è quella di creare delle aree tematiche, fra le quali  quella per i bambini, quella degli artisti di strada, quella della realtà aumentata (utilizzando tecnologie virtuali per far conoscere la storia della città), un info point per turisti, quella per i servizi agli anziani, un’area per i prodotti tipici e una per gli antichi mestieri.

Durante la mattinata è stato costituito anche il coordinamento dei comitati dei cittadini per De Luca sindaco, composto da Salvatore Curtò, Giuseppe Scattareggia, Antonino Calabrò, Massimiliano Minutoli, Ignazio Romano, Elga Corrao, Vittoria Merro, Francesco Mammoliti, Cateno De Luca. Eletti presidente Curto e vicepresidente Corrao. Presentato anche il simbolo per le regionali “Sicilia in Libero Stato”, dove De Luca sarà capolista a Messina.

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
emmeaics
emmeaics
6 Agosto 2017 18:49

istrione e racconta balle, può piacere ai messinesi !