MESSINA. Il sindaco di Messina Cateno De Luca ha rimesso il suo mandato in diretta Facebook, firmando la lettera di dimissioni. Al termine di un discorso di quasi un’ora, in cui De Luca ha spiegato che la sua non è “nè una sceneggiata, nè una trovata pubblicitaria nè una mossa tattica, sono l’epilogo di una battaglia combattuta da solo contro tutti per salvare la mia comunità da un tragico destino”.

Cosa succederà adesso? Le dimissioni (scritte, rassegnate e protocollate) vanno presentate al consiglio comunale, e diverrebbero effettive da metà febbraio, e per legge De Luca ha facoltà di ritirarle entro venti giorni, non essendo irrevocabili: quindi, se volesse cambiare idea, De Luca avrebbe tempo per ripensarci quindi fino al 4 febbraio, secondo l’articolo 53 del testo unico degli enti locali, che recita “Le dimissioni presentate dal sindaco o dal presidente della provincia diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione al consiglio. In tal caso si procede allo scioglimento del rispettivo consiglio, con contestuale nomina di un commissario”. Con le dimissioni di De Luca, quindi, cadrebbe anche il consiglio comunale.

“La consapevolezza di non poter agire in modo concreto per salvaguardare la salute dei miei concittadini”, è la motivazione che De Luca ha letto nella sua lettera di dimissioni indirizzata al consiglio comunale (alla cui segreteria vanno protocollate perchè decorrano i venti giorni stabiliti per legge) e saranno irrevocabili se, condizione che ha posto il sindaco, Paolo La Paglia non sarà rimosso dal suo ruolo da direttore generale dell’Asp.

Uno scenario in cui De Luca si è già trovato il 20 settembre 2018, con una situazione analoga (l’unica, in tutte le volte che le ha minacciate, a firmare davvero le dimissioni), quando ha dichiarato di volersi dimettere, ha firmato una lettera per renderle effettive dall’8 ottobre (aveva spiegato che avrebbe mantenuto le funzioni fino al 7 ottobre) e il 16 ottobre, a due giorni dall’irrevocabilità delle dimissioni, con la votazione in Aula del Salva Messina decide di restare al suo posto.

 

guest
2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Aldo
Aldo
14 Gennaio 2021 22:09

Miiiiiiiiiiiiiiiiiii, uguale uguale ugualeeeeeeeeeee

trackback

[…] MESSINA. Il testo della lettera col quale il sindaco Cateno De Luca ha rassegnato le dimissioni, protocollate oggi alla segreteria della presidenza del consiglio comunale. Da oggi quindi scattano i venti giorni concessi dall’articolo 53 del Testo unico degli enti locali prima che diventino irrevocabili. (qui la spiegazione più articolata) […]