MESSINA. Si terrà sabato alle 11:00, nella sala Antonio Caponnetto (ex Ovale) di Palazzo Zanca, la presentazione alla stampa e ai cittadini della denuncia sulla Tari proposta da Cambiamo Messina dal basso contro l’Amministrazione Comunale e approvata dal Consiglio Comunale.

“Abbiamo posto all’attenzione della Procura Regionale della Corte dei Conti i fatti, che riporteremo in conferenza stampa, allo scopo di consentire la verifica dell’eventuale sussistenza di responsabilità connesse alla violazione di disposizioni di legge che disciplinano la corretta applicazione della TARI e che, si ritiene, “potrebbero” determinare danno erariale da parte del Comune di Messina, con precise responsabilità dei Consiglieri Comunali che hanno approvato la delibera. Consiglieri che avevamo avvertito per tempo e che non hanno ritenuto opportuno considerare le problematiche che avevamo segnalato e dettagliato in una mail inviata il 26 marzo, prima della votazione in aula.

La città e i cittadini non devono assolutamente pagare la superficialità dell’attuale Amministrazione, che in un continuo susseguirsi di colpi a effetto ci sta trascinando in un futuro di privatizzazioni che costeranno carissime: ricordiamo, per dare la misura della gravità della situazione, che questa Tari è espressione del costo di gestione rifiuti più alto in assoluto e il merito è di quelli che ci sono ora, non di quelli che c’erano prima. Ma non basta, grazie all’incoscienza di chi ha redatto il provvedimento, le conseguenze potrebbero essere addirittura peggiori nel caso in cui venissero certificate le ambiguità che la compongono”.
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments