MESSINA. Non si contano più i botta e risposta tra l’attuale sindaco Cateno De Luca e la precedente amministrazione, su pressochè tutti i temi amministrativi dell’anno e tre mesi in cui De luca è stato sindaco. L’ultimo riguarda la scuola di Catarratti, che ospita, da quasi due anni, 5 famiglie e 17 bambini in emergenza abitativa. A seguito di un “blitz” della scorsa settimana, sollecitato dal consigliere comunale Salvatore Sorbello, De Luca, che fino a quel momento non si era accorto di nulla, ha ricostruito la storia del trasferimento delle famiglie, puntando il dito contro la “pericolosità” del plesso, citando delibere in cui si spiegava che “l’immobile è gravato da ordinanza sindacale di sgombero n. 182 del 17.09.2013 a seguito di dichiarazione di inagibilità da parte dei Vigili del Fuoco e che l’immobile richiede importanti lavori di ristrutturazione”.

“In data 08.06.2018 il Sindaco Renato Accorinti sottoscriveva il contratto di comodato d’uso senza tenere in alcuna considerazione la nota inviata anche a lui dal predetto dirigente. Pertanto, a questi nuclei familiari è stato consentito attraverso il comodato d’uso di vivere in dei locali privi di agibilità, in condizioni non dignitose e non sicure proprio in concomitanza delle nuove elezioni per la carica di sindaco”, ha concluso De Luca.

La risposta di Accorinti non ha tardato ad arrivare: “Nel caso delle famiglie occupanti la ex scuola di Catarratti, va detto che il verbale dei Vigili del Fuoco dichiarava inagibili i locali a causa del distacco di alcuni pannelli del controsoffitto in alcune aree limitate (ingresso e corridoio) – scrive l’ex sindaco – Prima della delibera di comodato d’uso sono stati messi in sicurezza i pannelli del controsoffitto delle aree assegnate. Era chiaro che si trattava di una soluzione di emergenza abitativa temporanea in attesa di una soluzione definitiva. Soluzione definitiva che era possibile attraverso una serie di progetti messi in campo: Bando per graduatoria alloggi ERP, alloggi per emergenza abitativa con fondi Pon Metro, assegnazioni con autorecupero, trasformazione in Unità abitative di immobili comunali inutilizzati. Il Sindaco che si è fatto estendere la deroga alle graduatorie per poter assegnare alloggi discrezionalmente, al di fuori delle procedure ordinarie accusa il precedente per aver agito evitando che tre famiglie finissero in mezzo alla strada. Siamo alle comiche”, conclude un punzecchiante Accorinti.

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
antonino
25 Settembre 2019 10:16

IL SINDACO CERCA DI SVIARE L’ATTENZIONE SUL SUO OPERATO ( SCADENTE ) ED ACCUSA ACCORINTI PER LA SUA UMANITA’ ! SIAMO NELK RIDICOLO. cosa ha fatto de luca per queste famiglie?