MESSINA. È di qualche giorno fa la notizia che, entro la fine dell’anno, sarà avviata dall’ESA (Ente regionale di sviluppo agricolo, proprietario dell’area) la bonifica dell’area ex Sanderson. Il costo previsto è di 900.000 euro. L’intervento prevede la messa in sicurezza tramite la rimozione di 11.000 metri quadri di lastre di cemento-amianto e di un residuo di olio combustibile che si trova all’interno di un deposito da demolire.  Il Comitato ex Sanderson, nato per ottenere la rigenerazione dell’area, considera questo impegno come il risultato delle iniziative e degli appelli che da un anno insistono sulla necessità della bonifica per ridurre il pesante rischio per la salute pubblica che l’inquinamento da anni reca alla comunità locale.  La notizia sarà discussa mercoledì 12 luglio durante il prossimo incontro pubblico del Comitato, in programma alle 19:00 nella piazza antistante la Chiesa di Santa Domenica V. e M. in Tremestieri. Durante l’incontro si farà anche il punto sulle ultime azioni, a partire dalla partecipazione dello scorso 30 maggio ad un Consiglio Straordinario della I e della II Municipalità, presente l’assessore del Comune di Messina Massimo Minutoli, sul tema della bonifica dell’ex Sanderson.

“Abbiamo ottenuto l’impegno da parte dell’amministrazione di convocare un incontro a cui si inviteranno a partecipare Deputati e Deputate messinesi all’Ars e in Parlamento, oltre al Presidente della Regione Siciliana, agli Assessori Regionali competenti e all’Ente Sviluppo Agricolo, proprietario dell’area. Continueremo a fare pressione perché questo incontro si faccia, il prima possibile” spiegano gli attivisti e le attiviste del Comitato.

Nel frattempo è stato segnalato lo stato di degrado in cui versa l’area del terreno di via Stazione, adiacente alla stazione di Tremestieri e alla ex Sanderson, che il Comitato considera anche una importantissima testimonianza storica in quanto racchiusa dalle più antiche mura perimetrali della ex industria agrumaria
È stata infatti inviata una PEC di diffida al curatore fallimentare della società che risulta proprietaria dell’immobile e per conoscenza al Comune di Messina e alla società Messina Servizi Bene Comune, chiedendo l’immediato sfalcio delle erbacce cresciute un po’ ovunque, che rappresentano un palese rischio di incendio, con pericolo di arrecare danni ai vicini abitanti del villaggio di Tremestieri e agli utenti della stazione.

All’incontro del 12 giugno è infine prevista la partecipazione del Maestro Togo, con cui si parlerà dell’organizzazione della call “Artisti per la Sanderson” in occasione della prossima Festa d’Estate del Comitato.

Subscribe
Notify of
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments