PALERMO.  Una pedalata simbolica da Palermo a Capaci e ritorno per un chiaro e netto “no” alla mafia. È l’iniziativa organizzata dalle associazioni “Voci Attive” e “Vivi e lassa viviri” nell’anniversario della morte di Giovanni Falcone.

Si parte alle 15.30 da piazza Magione e dopo un tour della città e un breve sosta sul luogo della strage l’evento si concluderà in via Notarbartolo con un momento commemorativo.

“Nel 25° anniversario della morte dei magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e degli agenti Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro  – spiegano gli organizzatori – vogliamo ricordare quanti con loro hanno  sacrificato la vita e si sono impegnati nel servizio per la lotta alla mafia e ogni forma di ingiustizia. La mafia si combatte e si può vincere anche attraverso una nuova coscienza civile e solidale, con la riappropriazione pacifica del territorio, per sottrarlo e tirarlo fuori dal clima di timore imposto dal potere criminale. La mafia si combatte consentendo la partecipazione civica a tutti i livelli di tutte le istituzioni e a ogni livello decisionale, amministrativo e politico. Una pedalata che, insieme alle altre manifestazioni, intende costruire quella risposta corale quotidiana e dal basso, più che mai oggi necessaria, unendo idealmente i luoghi della nascita, del lavoro e della morte in servizio di questi uomini e donne, le cui idee continuano a camminare sulle gambe di tutti noi”.

La partecipazione è assolutamente libera e gratuita. Si chiede che ciascuno indossi un cappellino o una maglietta sul tema ed è gradita l’assenza di qualsivoglia simbolo di associazione e men che meno di partiti o organizzazioni politiche.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments