I sostituti procuratori Angelo Cavallo, Vito Di Giorgio, Francesco Massara della Dda di Messina hanno concluso le indagini a carico dell’imprenditore di Barcellona Pozzo di Gotto Maurizio Marchetta. Noto fino ad ora proprio perché vittima di atti estorsivi per i quali l’imprenditore ebbe anche una scorta fino a pochi anni fa, Marchetta ha ricevuta la chiusura delle indagini “perché concorreva nella famiglia barcellonese operante nel versante tirrenico della provincia di Messina”. In particolare perché “Marchetta in qualità di socio delle imprese Cogemar ed Archimpresa svolgeva attività imprenditoriale in società di fatto per conto e nell’interesse di Salvatore di Salvo (detto Sem, nda), Carmelo Mastroeni e Mario Aquilia, ricavando vantaggi costituiti dallo svolgimento della propria attività imprenditoriale sotto la protezione e con l’ausilio dell’organizzazione mafiosa di riferimento nonché potendo partecipare ad appalti pubblici truccati e di svolgere attività imprenditoriale pulita al riparo dai più penetranti controlli delle forze dell’ordine nel Barcellonese dal 1993 al 2011. Lo status di vittima di Marchetta appare del tutto stravolto, dunque, dall’ipotesi investigativa della Dda di Messina. A non convincere i procuratori nel corso degli anni sono state le stesse dichiarazioni dell’imprenditore che escluse il nome di Sem Di Salvo – tra i più noti capi mafia dei barcellonesi – dal gruppo di barcellonesi dai quali riceveva ricatti a fini estorsivi, salvo poi farne menzione successivamente al pentimento di Carmelo Bisognano. Contraddizioni rese nelle sue dichiarazioni che hanno portato i procuratori alla contestazione di concorso esterno. Le indagini sono tuttavia soltanto concluse, Marchetta ha a disposizione un interrogatorio di garanzia, successivamente i sostituti decideranno se chiedere il rinvio a giudizio oppure archiviare. Intanto a Reggio Calabria sono pendenti i tronconi di Sistema, l’operazione che scaturì dalle dichiarazioni dell’imprenditore. La corte d’Appello di Reggio Calabria ha sancito lo status di vittima di estorsione di Marchetta, si attende adesso la pronuncia della Cassazione.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments