Mille euro al mese per invalidità totale ma era tutto falso. I finanzieri di Barcellona Pozzo di Gotto hanno scoperto cinque persone che godevano da più di 25 anni dell’assegno di invalidità per cecità assoluta mentre facevano la spesa, giocavano alle slot machine, scansavano automobili, compravano stampanti. 

Un danno erariale per lo Stato calcolato dai finanzieri in 600 mila euro. Si tratta infatti di cinque persone, quattro con cecità assoluta e una con vista al 5 per cento, quest’ultima una donna di 78 anni, gli altri con età compresa da 40 a 60 anni. Uno di loro percepiva l’indennità dagli anni ’70. 




In due, invece, avevano goduto delle agevolazioni sulle assunzioni per gli invalidi e lavoravano come centralinisti al Comune di Barcellona e all’ispettorato dell’Agricoltura. 

Sono stati gli stessi finanzieri della compagnia del Longano a notare le anomalie, indagando sui presunti casi da un anno e mezzo.  Sono stati ripresi dalle telecamere e i video sono stati sottoposti alla verifica di un medico dell’Inps, responsabile del rilascio dei certificati. 

I cinque falsi  invalidi sono stati dunque denunciati e adesso risultano indagati dalla procura di Barcellona che contesta loro la truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato. Alla Corte dei conti sono stati, invece, segnalati per danno erariale. 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments