MESSINA. Sono 8000 le firme raccolte per chiedere l’eliminazione del pedaggio al casello di Ponte Gallo. La petizione è iniziata lo scorso 25 marzo 2017 a Piazza Cairoli e proseguirà fino al 24 settembre. Gli elenchi con i consensi saranno poi consegnati al presidente del Consiglio dei Ministri, al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, al presidente della Regione Siciliana, al Prefetto di Messina, al sindaco della città dello Stretto e al presidente del consiglio comunale. 

«I cittadini messinesi – commenta il consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo, promotore dell’iniziativa – reclamano il diritto di non sborsare più 1 euro e 20 centesimi per compiere circa 6 km. Il tratto in questione, pur essendo tangenziale è uno dei tratti più costosi  d’Italia. Inoltre – prosegue Biancuzzo – si precisa che le barriere ubicate a Ponte Gallo non consentono l’entrata direzione Palermo. Non si tratta di un casello, ma di una semplicissima bretella eseguita nel 1972 per soddisfare le esigenze di tutti i cittadini residenti e dei pendolari messinesi. Per tale motivo si ritiene illegittimo pagare una strada che collega lo stesso territorio». 

«Infine – conclude l’esponente del VI quartiere – si gradirebbe conoscere cosa pensano gli aspiranti deputati regionali e gli aspiranti candidati alla presidenza della Regione, al fine di ottenere un possibile sostegno all’iniziativa, ricordando agli stessi candidati quanto la loro sensibilità, attenzione ed adesione ai disagi reali e quotidiani dei propri concittadini possa scongiurare la disaffezione alla politica e all’astensione del voto, contribuendo alla crescita di quel senso civico di appartenenza che edifica una comunità in civitas»

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Tufo
Tufo
15 Settembre 2017 10:32

É possibile firmare questa petizione online da qualche parte, per caso? Non saprei in che altro modo contribuire.