SANT’AGATA DI MILITELLO. Nella serata di ieri, i carabinieri della Compagnia di S. Agata di Militello hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Patti, il 43enne D.B.V. per il reato di atti persecutori nei confronti della ex moglie. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di raccogliere un quadro indiziario, rassegnato alla Procura della Repubblica di Patti, che documentava gli atti persecutori iniziati dal febbraio del 2015 e proseguiti per diversi anni, per ultimo nello scorso mese di gennaio, con episodi di violenze fisiche e psichiche subite dalla donna, che in qualche occasione è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari. In  una circostanza, in particolare, l’aggressione attuata dall’uomo procurava gravi lesioni al volto della donna, con la frattura scomposta del setto nasale.

L’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Patti ha portato alla richiesta restrittiva in carcere accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale, che ha ritenuto i fatti estremamente gravi e particolarmente concreto il pericolo per l’incolumità della donna in considerazione delle violenze già poste in essere dall’indagato.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Barcellona P.G. a disposizione del Giudice che nei prossimi giorni procederà all’interrogatorio di garanzia.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments