MESSINA. No accenna a placarsi la polemica in città dopo gli attacchi alla consigliera comunale Antonella Russo nel corso di una delle ultime dirette del sindaco Cateno De Luca. Dopo i vari interventi delle scorse ore, a prendere posizione è adesso Eleonora Urzì Mondo, responsabile regionale comunicazione di Azione Sicilia, che in una nota si schiera dalla parte dell’esponente del Pd, chiedendo al primo cittadino “di prendere nettamente le distanze dalle abbiette uscite di certi suoi sostenitori”.
«Da cittadina attiva, da donna, da referente regionale di un partito che ha tra i suoi fondamenti la concretezza, la pacatezza, il rispetto dell’altro e il dialogo – scrive – esprimo a nome mio e dell’intero coordinamento regionale di Azione Sicilia assoluta solidarietà nei riguardi dell’avvocato Antonella Russo che, in queste ore, sta ricevendo insulti e offese personali a mezzo social. La consigliera comunale del Pd, ‘colpevole’ di aver chiesto ufficialmente chiarimenti circa la gestione della raccolta rifiuti dei positivi al Covid, è stata, come è noto, destinataria di un’accesa quanto discutibile requisitoria del primo cittadino di Messina, in diretta. Al di là del fatto che Russo non ha fatto altro che il proprio dovere, indirizzando oltretutto l’interrogazione anche all’Asp, troviamo inaccettabile l’uso disgustoso che certi webeti (che di solito sono social supporters di questo o quel personaggio, partito o politico) fanno dei social network, ritenendo che da dietro un display siano autorizzati ad offendere, denigrare e affibbiare epiteti disdicevoli. La storia recente ci insegna come i social siano spesso teatri di deprecabile aggressività; senza dimenticare le circostanze in cui la violenza ha successivamente sconfinato il muro della virtualità per assumere i contorni di una indecente, e talvolta drammatica, realtà. Il sindaco comunica primariamente attraverso la sua fanpage? Sarebbe allora quantomeno auspicabile che dedicasse a questa vicenda un ulteriore post, al fine di prendere nettamente le distanze dalle abbiette uscite di certi suoi sostenitori. Per non parlare di quel “cretina” che brutalizza un dialogo, quello tra membri delle istituzioni, che mai dovrebbe superare determinati limiti”, conclude.
A intervenire, nella giornata di ieri, erano stati anche il Segretario provinciale del PD Nino Bartolotta e i consiglieri Gaetano Gennaro, Felice Calabrò, Alessandro Russo e Biagio Bonfiglio, che hanno espresso solidarietà alla consigliera “e pieno sostegno all’operato della medesima, che non ha fatto altro che assolvere pienamente al proprio ruolo istituzionale e democratico”.
«Ancora una volta – comunicano in una nota – il Sindaco si rivolge con toni ingiuriosi nei confronti di un consigliere comunale del PD, questa volta ipotizzando presunti complotti e fantasiose strategie di “cricche” che vorrebbero delegittimare il suo operato. E’ superfluo ribadire che il PD si confronta e svolge la propria azione politica alla “luce del sole” fuori da logiche ed “intrighi di palazzo” esclusivamente nell’interesse della Città e dei Messinesi! Il Sindaco se ne faccia una ragione! Non è con gli insulti che fermerà l’azione politica dei consiglieri comunali del PD; piuttosto, smetta di fare vittimismo e l’uomo solo al comando, aprendosi alla partecipazione ed al confronto costruttivo su problematiche importanti per la città».
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments