MESSINA. Dalla dismissione alla centralità nei processi di “infrastrutturazione ed innovazione tecnologica del trasporto pubblico locale della città di Messina”. E’ il cambio di destino del tram, passato nel giro di due anni da “palla al piede” della città a struttura su cui puntare e investire.

E’ in pubblicazione, da oggi, sulla Gazzetta Ufficiale Europea e sul sito www.atmmessinaspa.it, il nuovo bando di gara che consentirà il ripristino funzionale dell’intero parco rotabile tranviario per un importo € 6.500.000,00 finanziati dal MIT a valere sul Piano Operativo FSC (Fondo di Sviluppo e Coesione) 2014-2020 – Asse tematico “C”. La linea di finanziamento meglio conosciuta come “Cura del Ferro” è dedicata a promuovere interventi di miglioramento e sviluppo del trasporto rapido di massa quale servizio sostenibile e coerente con le esigenze di mobilità delle aree urbane.

I termini per la presentazione delle offerte scadono il prossimo 26/02/2021 e successivamente all’aggiudicazione il contraente avrà 24 mesi per la conclusione degli interventi prevedendo delle consegne frazionate delle vetture grazie alle quali si potrà incrementare progressivamente l’attuale qualità e frequenza del servizio.

Il Presidente di ATM S.p.A. Giuseppe Campagna esprime particolare soddisfazione poichè nonostante le criticità incontrate nel corso dei primi sei mesi del servizio dovute all’avvio dell’Azienda si è potuto parallelamente avviare un percorso di Programmazione e Sviluppo dei servizi avviando le procedure che vedono ATM S.p.A. quale soggetto attuatore del Comune di Messina per i vari programmi di finanziamento regionali, nazionali ed europei.

Questo intervento, prosegue il Presidente, si inserisce in un più ampio contesto di azioni progettuali coordinate dalla Direzione Programmazione, Innovazione e Sviluppo di ATM S.p.A. che porteranno all’avvio nel 2021 di altri interventi fondamentali in termini di infrastrutturazione ed innovazione tecnologica del TPL della Città di Messina.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments