MESSINA. Prorogata fino al 7 gennaio l’autorizzazione per l’esercizio dell’arte di strada in città. A disporlo è un’ordinanza del 28 settembre che proroga gli effetti di quella precedente, firmata lo scorso 21 giugno dal sindaco Renato Accorinti.
Il provvedimento, su iniziativa degli assessori, alla Cultura, Federico Alagna, ed all’Autogestione dei Beni Comuni, Daniele Ialacqua, era stato predisposto con la collaborazione del Dipartimento Politiche Culturali ed Educative costituendo un importante strumento di sperimentazione che, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti, consente l’esercizio dell’arte di strada su tutto il territorio comunale.
“In attesa che il Consiglio comunale si pronunci sulla Proposta di Regolamento che dovrebbe disciplinare in maniera permanente l’arte di strada – spiega l’assessore Alagna – abbiamo preso l’unica decisione possibile per continuare a far vivere questa forma artistica nella nostra città, prorogando l’ordinanza per l’esercizio dell’arte di strada su tutto il territorio comunale fino al 7 gennaio 2018. In questi mesi sono state tante le attività che hanno visto coinvolti artisti messinesi e non solo, ma c’è bisogno che questo percorso prosegua e venga potenziato. A tal fine sono già in fase di realizzazione momenti sperimentali per la promozione dell’arte di strada e in questi giorni è in corso di svolgimento ‘Fuori Programma’, una rassegna di incontri di teatro in strada. Il messaggio chiaro che vogliamo lanciare intende ribadire l’assoluta importanza e la necessità di recuperare gli spazi cittadini e di viverli, anche e soprattutto attraverso esperienze di tipo culturale, invece di limitarci ad attraversarli, quasi inconsapevolmente”.
Il ciclo di appuntamenti di “Fuori Programma” prosegue oggi, venerdì 29, alle ore 19, alla Passeggiata a mare, con “Monologhi abusivi”, di Paride Acacia e Sarah Lanza. Il progetto si concluderà venerdì 6 ottobre, al Belvedere di Cristo Re, dove sarà proposto, alle 21, “Sinistri in soffitta, sinistri sinistri” di e con Michele Falica.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments