MESSINA. Aiutare la Protezione civile operando in attività di previsione, prevenzione, monitoraggio e soccorso quando richiesto, con una squadra di almeno cinque volontari subito disponibili h24. Questa la finalità del Gruppo comunale di volontariato del Comune di Messina, che fa parte delle cento delibere presentate dal sindaco Cateno De Luca nella piattaforma “Cambio di passo” e che il Consiglio comunale sarà chiamato a votare

Nello specifico, i volontari che vorranno aderire al Gruppo potrebbero essere chiamati ad intervenire in caso di eventi naturali o antropici ordinari o in caso di eventi e catastrofi che, per intensità ed estensione, devono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari.

A capo del Gruppo, secondo il documento approvato in Aula, il sindaco o l’assessore con delega alla protezione civile, attualmente Massimiliano Minutoli, dovrà nominare un coordinatore che rimarrà in carica per un anno. Scaduto il tempo della carica, il nuovo responsabile sarà eletto dai volontari, anche se dovrà comunque essere notificato dal sindaco. Questo avrà il compito di organizzare il corso di formazione per i volontari e di incentivare l’adesione al Gruppo. Inoltre, ha la responsabilità dei volontari durante le attività ed è garante del regolamento.

Il Gruppo è, inoltre, suddiviso in più settori, ognuno di questi con un caposquadra nominato dal coordinatore: tecnico logistico, per interventi, attendamenti e accoglienza; radiocomunicazioni, con degli addetti alle stazioni base e alle radio; primo e pronto soccorso, per una eventuale assistenza socio – sanitaria; vigilanza e prevenzione degli incendi; e mezzi e attrezzature, per la quale vengono individuati degli addetti agli automezzi, al magazzino e alla manutenzione.

Possono aderire tutti i cittadini che hanno superato il diciottesimo anno di età e i sedicenni la cui responsabilità è stata assunta dai tutori, anche se quest’ultimi saranno impegnati solo in attività di formazione teorica o amministrativa del Gruppo.

Ma, si legge nella delibera, “La qualifica di volontario viene attribuita agli iscritti che hanno partecipato ad un corso base di protezione civile con sufficiente continuità ed impegno, alle attività del Gruppo per un periodo non inferiore a sei mesi e che sono ritenuti idonei ad insindacabile giudizio del Coordinatore nominato”.

Alla fine del regolamento, inoltre, vengono spiegate le modalità di scioglimento del Gruppo, ovvero con delibera del Consiglio comunale, su proposta del Responsabile d’Ufficio comunale, nel caso in cui i volontari per oltre un anno non abbiano svolto attività afferenti alla Protezione civile.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments