MESSINA. Da procedura negoziata, interpellando almeno dieci operatori economici, a procedura aperta, ovvero una vera e propria gara: a un anno dallo stanziamento dei fondi necessari per mettere in sicurezza viale Regina Margherita e Viale Regina Elena, i cui manti stradali sono deformati dalle radici dei pini, l’unico passo in avanti che si è fatto riguarda le modalità con cui spendere i 735.520 euro stanziati. La somma totale è di 992.000, dei quali 256.480 resteranno a disposizione dell’amministrazione comunale di Messina.

La prima determina dirigenziale, firmata da Antonio Amato e risalente a dicembre del 2016, sembrava dovesse essere l’ultimo atto prima di procedere ai lavori, ma così non è stato. Il 31 marzo scorso, tre mesi dopo, lo stesso dirigente ha deciso di cambiare modalità, passando dalla già citata procedura negoziata a una aperta.

Il passaggio successivo, quindi, sarà la vera e propria gara. Nella determina pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune, però, si parla solo di approvazione dello schema per l’appalto, che sarà bandito non prima dei tempi tecnici della pubblicazione dell’atto del 31 marzo.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments