MESSINA. Prosegue il dibattito sul mercatino di Mortelle, che prenderà  il via questa sera, a partire dalle 20 (sebbene il divieto di parcheggio scatterà inevitabilmente prima, intorno alle 19). A illustrare le specifiche del progetto, stamani, sono stati l’assessore Dafne Musolino, il presidente del comitato dei mercati Salvatore Lanfranchi e il funzionario Francesco Roccaforte della Città Metropolitana, che ha concesso il nulla osta al Comune per l’utilizzo del “controviale”.

La manifestazione, estesa su una superficie di circa 180 metri e denominata “Le antiche tradizioni messinesi”, proseguirà  in via sperimentale per tutti i 5 venerdì del mese. Sebbene nella delibera di parli di “esposizione e vendita di prodotti nel settore non alimentare ed alimentare”, il presidente del comitato dei mercati ha assicurato che di alimentare non ci sarà  nulla: «Saranno vendute scarpe e altri prodotti di artigianato», ha spiegato.

Parecchi i malumori dei residenti e dei proprietari/gestori di locali e stabilimenti balneari: «È assurdo pensare di organizzare una manifestazione di questo tipo il venerdì sera, ad agosto, in una zona già congestionata dal traffico e con pochi parcheggi. Cè chi ha speso centinaia di migliaia di euro per avviare la propria attività  e teme un crollo degli ingressi, senza considerare i disagi per chi là ci vive o frequenta spiagge e lidi. Quella di Mortelle è una zona che dovrebbe essere riqualificata con progetti culturali o ricreativi che possano attirare turisti, non di certo con un mercatino “improvvisato” realizzato senza consultarsi prima con i residenti e la cittadinanza. Noi non siamo contro i venditori ma contro le cose organizzate e concepite male»

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments