La direzione provinciale del Pd: “la nostra è una posizione alternativa rispetto all’amministrazione De Luca”

La riunione del coordinamento provinciale del partito ribadisce la linea d'opposizione, Nonostante le aperture del deputato nazionale Pietro Navarra ed i voti favorevoli alla Cambio di passo di tre quarti di LiberaMe. E riparte per le amministrative nei comuni della provincia dai 1770 tesseramenti

 

MESSINA. Il Pd ribadisce la sua posizione: contro De Luca, senza se e senza ma. Nonostante le aperture del deputato nazionale Pietro Navarra ed i voti favorevoli alla Cambio di passo di tre quarti di LiberaMe, la riunione del Coordinamento Provinciale del partito ha deciso per la linea d’opposizione.

“Come da decisione assunta in precedenza, è stata ribadita la posizione alternativa del PD rispetto all’amministrazione De Luca, come manifestato in aula dai consiglieri Gaetano Gennaro, Antonella Russo, Felice Calabrò e Alessandro Russo. È stata altresì manifestata solidarietà per gli immotivati attacchi personali subiti in aula nell’ultima seduta di consiglio comunale dai consiglieri del pd Gaetano Gennaro, Antonella Russo e Alessandro Russo”, recita una nota. “I consiglieri, con il loro voto contrario, hanno espresso coerentemente la linea politica condivisa negli organismi ed aderente alla storia ed ai valori del Partito. Con l’occasione è stato sottolineato il sostegno al lavoro dei Consiglieri”.

“Il coordinamento ha preso atto della chiusura della campagna di tesseramento, che ha registrato l’adesione di 1.770 cittadini della città e della provincia messinese ai programmi ed ai valori del Partito Democratico, fornendo nuova linfa vitale nelle battaglie che a breve si svolgeranno per il rinnovo di molte amministrazioni della provincia. Alla riunione è stata effettuata anche, in tema di prossime elezioni amministrative, un’analisi attenta delle situazioni politiche dei singoli Comuni chiamati al voto. Il Partito, grazie anche all’ampia adesione registrata nel tesseramento, si impegnerà per proporre candidature e programmi in grado di rispondere ai gravi problemi che affliggono il nostro territorio. Proprio in considerazione della necessità di fare il punto sulla situazione politica e sulle imminenti scadenze elettorali, il Coordinamento richiede al Presidente di convocare la Direzione del Partito alla presenza del Commissario PD siciliano Lo Sacco. Chiede, altresì, al commissario Lo Sacco, chiusa la fase del tesseramento, di predisporre rapidamente i regolamenti attuativi, che consentano nei modi e nei tempi rispettosi delle regole statutarie di aprire la fase congressuale”.

Lascia un commento

avatar
400