Cinque cose da fare questo sabato a Messina

I Fuzztones (si, I FUZZTONES, proprio loro) al Retronoveau, libri sul garage punk, fiumi di afrodisiaco cioccolato a Piazza Cairoli, hamburger e tanto vino monfortese nella consueta guida per indecisi, ritardatari e tiratardi

a cura di Micaela Camaroto

I Fuzztones e i Trip takers al Retronoveau per un sabato a tutto rock

Il Retronoveau, liveclub punto di riferimento del clubbing e della musica live inedita in città e in Sicilia,  mette di nuovo a segno un colpaccio ospitando i The Fuzztones, la band leggenda del garage punk. Unica data italiana per la band di Rudi Protrudi, che si è formata a New York negli anni ’80 e da allora ha portato alto il vessillo del versante più selvaggio della musica influenzata dagli anni ’60.  Apriranno i messinesi Trip Takers interpreti del versante più morbido di un genere, il garage, che attinge a piene mani da suoni, immagine e attitudine sixty, freschi del primo lavoro in studio ” Don’t back out now ” e di un tour che li ha portati in giro per tanti palchi europei. “Una band italiana sospesa nel limbo tra il conservatorismo di suoni d’epoca e il -revivalismo- genuino e sincero”, li ha definiti la critica.

 

 

I Fuzztones  si formano nel 1980 a New York; nel giro di pochi anni diventano uno dei gruppi di punta del revival del garage-rock degli anni ’60, genere tornato di moda negli anni precedenti grazie alla compilation “Nuggets” curata da Lenny Kaye (chitarrista del Patti Smith Group).  Il primo disco di studio è del 1985, “Lysergic Emanations”, e fin dalla copertina definisce i tratti del gruppo, che unisce una passione per gli horror movie di serie B con il rock grezzo e distorto tipico degli anni’60.
Nell’85 il gruppo intraprende un tour in Europa, che diventerà di fatto la patria elettiva del gruppo con base in Germania.
Da questo tour viene estratto “Live in Europe Nel 2004 la band fonda una sua etichetta, la Sin Records, e pubblica un nuovo disco di studio, “Salt for Zombies”, a cui segue la compilation 2LSD 25”, per celebrare i 25 anni della band.  Una lunga storia discografica intensificata da infuocati concerti, sino all’ultimo disco in studio del 2017: “Gonn Primitive! With Craig Moore”.

Piccola curiosità: il nome deriva dal fuzz tone, effetto di distorsione inventato nel 1962 e reso celebre dall’uso in (I Can’t Get No) Satisfaction dei Rolling Stones.

Ticket 15€ + d.p —> Eventbrite

Ticket 15 + d.p —> Colapesce, via Mario Giurba 8 (solo Messina)
Ticket 18€ botteghino

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

Lascia un commento

avatar
400