San Licandro, dopo la ristrutturazione l’asilo comunale resta chiuso e i bambini a casa

Gli interventi effettuati un anno e mezzo fa non hanno prodotto i risultati sperati, con i bambini costretti allo spostamento in una struttura sul viale Giostra. Altri noni sono invece stati ricollocati. Ora Messina chiede che la Messina Social City intervenga per risolvere al più presto la questione

 

MESSINA. Restano chiuse le porte dell’asilo comunale di San Licandro, un problema che investe quotidianamente i bambini bimbi delle famiglie in graduatoria già iscritti, spostati in una seconda struttura sul viale Giostra da un anno e mezzo a questa parte.

Nonostante la ristrutturazione, segnala infatti il consigliere comunale Giandomenico La Fauci di Ora Messina, le problematiche non sono state ripristinate, chiamando in causa la Messina Social City affinché intervenga per porre rimedio.

“Se i bimbi delle famiglie in graduatoria già iscritti sono stati spostati in una seconda struttura sul viale Giostra, diverso il discorso delle famiglie dei nuovi iscritti. Nonostante la presenza in graduatoria – quindi beneficiari di un servizio comunale – questi bambini non possono accedere all’asilo di San Licandro che resta chiuso ma non vengono assegnati – per motivi non specificati – a nessuna altra struttura comunale”, spiega La Fauci.

“Sappiamo benissimo che la risposta sarà quella di una mancanza di posti in altre strutture, difficile però far accettare alle tante famiglie – che hanno anche formato un gruppo Facebook sull’argomento – che i propri figli non possano godere del servizio di asilo comunale pur avendone diritto. Ho presentato un’interrogazione comunale con destinatari i responsabili della Messina Social City per accorciare i tempi sia per la risoluzione che per le risposte ai tanti genitori che attendono, da tempo, di capire quale struttura possa accogliere i propri figli”, conclude il consigliere comunale.

Lascia un commento

avatar
400